Skip to content

Era meglio tacere…

3 novembre 2008

Uno dei pochi prodotti televisivi che guardo con gusto sono i cosiddetti “TV movie” basati sul personaggio del commissario Montalbano creato da Andrea Camilleri. Pur preferendo la lettura (ho giusto acquistato ieri il nuovo romanzo intitolato “L’età del dubbio”) trovo che questi telefilm siano prodotti bene, ambientati con notevole cura e recitati in modo perfettamente credibile; insomma, la RAI in questo caso spende bene i soldi del mio canone e non ho niente da ridire.

Del resto anche la BBC ha acquistato i telefilm del commissario e francamente la BBC ha una reputazione, in quanto a produzioni televisive, di tutto rispetto.

Bene, come dicevo, ieri sera è andato in onda un nuovo film della serie, questa volta era il turno de “La vampa di Agosto” ed anche ieri sera mi sono accomodato in poltrona e mi sono goduto lo spettacolo così come altri 9 milioni e passa di italiani (secondo le stime Auditel) che corrispondevano al 37,5% di chi aveva il televisore acceso in Italia ieri sera; cifre che, amio modesto parere, sanciscono un indiscutibile successo.

Non più tardi dello scorso Agosto però c’era chi, da grande esperto di cultura e televisione, pontificava che i telefilm dedicati al commissario vigatese fossero un esclusiva troppo costosa per la RAI ed altri che le accusavano addirittura di essere un subdolo mezzo di propaganda politica , dispensatrici di falsità storiche!

Ho invece paura che dietro la falsa questione dei costi, ampiamente smentita dal successo e dai ricavi generati dalla vendita dei diritti, ci sia la paura, da parte di questi signori che una televisione di qualità, lontana dalle classiche “tette, culi e bagaglino” possa risvegliare un poco gli italiani dal torpore della coscienza?

Annunci
21 commenti
  1. 3 novembre 2008 3:13 pm

    Si sa, sono molto di parte.
    L’amore folle che nutro per camilleri mi ottenebra la vista….
    ma criticare l’unica fiction esportabile mi sembra folle…

    Mi piace

  2. salvogullotto permalink
    3 novembre 2008 4:14 pm

    mi sono disaffezionato alla TV da tempo… e nelle censure che mi ero imposto, oltre a qualsiasi tipo di “varietà tette e culi”, avevo messo anche le varie fiction. Però adesso grazie al tuo post, cercherò di recuperare e guardare qualche episodio del commissario!

    Mi piace

  3. 3 novembre 2008 5:54 pm

    Salvo: hai ragione da vendere, il 90% delle cosiddette “fiction” sono inguardabili. Per fortuna il “prodotto” Montalbano è di fattura completamente diversa. Puoi guardare i “vecchi” film anche in streaming su http://www.montalbano.tv

    Mi piace

  4. LaVale permalink
    3 novembre 2008 7:07 pm

    non ho visto Montalbano, come non ho guardato tv negli ultimi tempi, quando leggo il giornale però , o siti internet in cui si parla delle programmazioni tv mi chiedo sempre chi sia a capo delle varie programmazioni, perchè spesso sono per persone con un quoziente intellettivo pari a quello delle galline, ci prenderanno mica in giro ?!

    Mi piace

  5. 3 novembre 2008 8:23 pm

    Non ho mai seguito la serie di Montalbano. Ho letto alcuni libri dell’autore ma fuori dal ciclo del commissario piu’ famoso d’Italia e quelli si, per me sono stati ostici da interpretare a tratti;)) Mi fa piacere sentire che comunque ci sono prodotti di qualita’ made in Italy, anche se alcune delle biopic che fanno RAI (e Mediaset, bisogna ammetterlo) non sono male.

    Mi piace

  6. 3 novembre 2008 8:42 pm

    visto che sei un lettore di camilleri, trovo terreno fertile nell’affermare che Montalbano non solo potrebbe risvegliare le coscienze per la qualità, ma anche per la sottile e sagace critica che il commissario stesso porta avanti in alcuni episodi. In uno di questi (non ricordo quale sia ma credo appartenga alla raccolta “un mese con Montalbano”) si fa chiaro riferimento al Cavaliere. Penso che questo tipo di fiction che coniuga divertimento e critica sia davvero l’ideale per riavvicinare menti pigre al pensiero!

    Mi piace

  7. 4 novembre 2008 12:35 am

    Sono d’accordo con te, anche io ieri sera ho visto “La vampa d’agosto” e mi è piaciuta. E’ vero, tutti gli episodi di Montalbano sono fatti bene, hanno ottimi attori e meritano di essere visti. Qualcosa di decente in tv, dopotutto, a volte si trova!

    Mi piace

  8. 4 novembre 2008 9:54 am

    LaVale: ma dai, ma davvero? 😉

    Regina dei Tucani: Camilleri è molto bravo e considerarlo solo per il personaggio di Montalbano sarebbe veramente riduttivo. Adoro “il Re di Girgenti” ed “il birraio di preston” ma come non farsi piacere storie deliziose come “la concessione del Telefono” o l’ultimo “il casellante” o “la scomparsa di Patò”? Sarà che mi limito a vederne gli inizi (durante la cena) e poi spengo la TV ma faccio fatica a trovare una fiction, seppur biografica, decente. Avevo provato a vedere quella su Rino Gaetano ma era scritta da cani (ed infedele rispetto alla realtà) nonostante gli attori fossero bravissimi.

    Fusis: di riferimenti al nano, al G8 di Genova ed a “furbetti” vari ce ne sono a bizzeffe. Sarà per questo che gli fa’ tanta paura?

    Simo: solo raramente purtroppo 😦

    Mi piace

  9. 4 novembre 2008 10:20 am

    I riferimenti però nella fiction sono molto di meno… i libri invece sono scritti di propaganda politica.

    Possiamo fare una campagna per abbattere Livia?

    Mi piace

  10. 4 novembre 2008 10:39 am

    Facciamo una raccolata firme?
    Via Livia, Salvuccio si fidanzi con Peperita

    Mi piace

  11. 4 novembre 2008 11:49 am

    Non me ne volere Peperita ma io invece tiferei per una storia bollente tra il commissario e la bella “svidisa” 😉
    Lei è l’unica, fra le donne che popolano le storie del commissario, che mi sta simpatica. Le altre, per un motivo o per l’altro mi stanno allegramente sui cabasisi, inclusa Livia, che butterei volentieri a mare! 😀

    Mi piace

  12. verypipuffa permalink
    4 novembre 2008 11:50 am

    abbattiamo montalbano, via ad un nuovo reality, con sculettamento della marini e stettamento della ministra… che tristezza…

    Mi piace

  13. 4 novembre 2008 12:01 pm

    Pipuffa: ho di meglio in mente:
    nuovo reality dal titolo “chi vuol essere ministra?”
    Occorre inventarsi ogni settimana un modo per compiacere il premier dopodichè chi vince diventa ministra!

    A chi dubiti della validità di questo nuovo format posso assicurare che in passato questo reality ha avuto ben due edizioni “pilota” che hanno portato le belle vincitrici a diventare rispettivamente ministra del MIUR e delle (dis)Pari Opportunità!

    Partecipate numerose!!! Le selezioni si svolgeranno a Roma in via del plebiscito 102 previo appuntamento.

    Mi piace

  14. 4 novembre 2008 2:25 pm

    Se la gelmini può fare la ministra avendo nel cv mamma e sorella maestra, io con papà manager trenitalia, fratello ingegnere aerospaziale e marito resp sicurezza in autostrada PRETENDO IL MINISTERO DEI TRASPOSRTI

    Mi piace

  15. 4 novembre 2008 2:27 pm

    Alex, a proposito … Preferisci Ingrid a me!!!! Sono tristeeeeeeeeeee

    Mi piace

  16. 4 novembre 2008 3:13 pm

    Mica io… Montalbano! 😉

    Comunque nel CV della “beata ignoranza” c’è qualcos’altro che tu non hai…..

    Mi piace

  17. 4 novembre 2008 3:26 pm

    eeeeeh, i telefilm di Montalbano-sOno….a me quell’omo ME FA SANGUE. E che ti devo dire…al di là dell’ormone impazzito però, concordo sulla pregevole fattura. Non mi è molto piaciuta la scelta della “lei” della Vampa di Agosto (che avevo letto), ma vabbè, si sa che il nostro immaginario va ben al di là della sua trasposizione su schermo.
    🙂

    Mi piace

  18. rurinedda permalink
    4 novembre 2008 10:31 pm

    Montalbano…..un modo meravoglioso per far conoscere pregi e difetti della mia amata terra!
    E lui….che omo!!! 😉

    Mi piace

  19. 5 novembre 2008 6:33 pm

    Michela: ma dai, era perfetta per quel ruolo. Come te l’aspettavi? Quale attrice avresti scelto se tu fossi stata al casting? Dai, sono curioso!

    Rurinedda: io non avevo certo bisogno di Camilleri per amare la Sicilia! Comunque ho notato che Zingaretti è il romano più credibile come siciliano che abbia mai visto! Un attore con i controfiocchi!

    Mi piace

  20. 5 novembre 2008 6:35 pm

    PS = signorine care, se non la smettete di sbavarmi sul blog pensando al “macho-zingaretti” vi chiudo i commenti che qui ci vuole il canotto!!! 😆

    Mi piace

  21. verypipuffa permalink
    6 novembre 2008 12:04 pm

    a me zingaretti non mi ci piace…
    disse pipuffa prima di rifugiarsi sotto la scrivania per evitare i fendenti…

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: