Skip to content

FACEWALL

30 marzo 2015

Una frase nel post di Lucia, mi ha fatto venire voglia di parlare di un progetto che ha coinvolto la mia città nello scorso anno e che poche settimane fa ha segnato un evento importante: l’apertura di una mostra che arricchisce e forse completa degnamente il percorso.

Il progetto, creato dall’Associazione Compost e realizzato dalla bravissima fotografa Ilaria Costanzo, è spiegato nel sito omonimo e, per farvela breve, racconta in 100 fotografie le storie di altrettante coppie cittadine di etnie diverse che nella realtà fanno qualcosa insieme.

Storie di crescita, di istruzione, di incontri, di lavoro, di creatività, di legami e di futuro.

Un futuro che sarà, ne sono convinto, fantastico se solo sapremo superare diffidenze reciproche e stereotipi; se ci apriremo veramente gli uni agli altri.

Ed anche se non sarà fantastico, sarà lo stesso IL futuro, perché è inevitabile, ci siamo già dentro e non lo potremo evitare, nonostante le cornacchie che berciano slogan improbabili parlando di cancellate e muri, di “tutti a casa” ed altre stronzate simili.

Sarà difficile e forse lungo, richiederà l’impegno di tutti ma ci arriveremo.

      

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: