Skip to content

La palestra

11 dicembre 2012

Lo so, ho sempre detto che non ci sarei ritornato.

Ho sempre sostenuto che preferivo lo sport all’aria aperta e che le palestre mi facevano sentire come un criceto che corre nella sua stupida ruota.

Purtroppo però a causa delle giornate sempre più corte, fredde e buie e soprattutto per non finire ad assomigliare a Bibendum, il mitico omino della Michelin, ho dovuto capitolare e mi sono iscritto in palestra.

Ammetto però che in tre mesi di assidui allenamenti (prevalentemente aerobici) ho perso tre chili e lentamente inizio a sentirmi meglio; quello che però è ancora migliore è che frequentando la palestra mi sono imbattuto in personaggi veramente spassosi, alcuni al limite del ridicolo, altri più banalmente antipatici. Insomma, la noia dell’allenamento viene compensata dall’osservazione di questo particolare (ed esilarante) sottoinsieme di umanità.

E’ doveroso partire descrivendo la maggior parte della fauna maschile: uomini super pompati, depilatissimi (sì, anche li!) e molto fieri dei propri bicipiti e pettorali a tal punto da rimirarseli lungamente allo specchio negli spogliatoi mentre si spalmano la cremina per il corpo… ;-) La menzione d’onore va ad un tizio dalla silhouette a triangolo rovesciato; spalle larghe e bacino più stretto di quello di una ballerina del bolshoi. Il tizio si presenta in palestra facendosi annunciare dai lunghi capelli biondi (tinti) che spesso si intonano con il colore della aderentissima calzamaglia che indossa… Da non tralasciare anche un piccoletto (1 e 60 scarso, molto scarso) che si pavoneggia avanti ed indietro nella sala attrezzi camminando a braccia larghe ed quasi in punta di piedi; lo fa probabilmente per apparire più alto ma non si accorge che questa postura lo fa camminare sculettando… Ilare!

Di donne in sala attrezzi ce ne sono poche, la maggior pare frequenta i corsi dai nomi misteriosi come gravity, valetudo, swat, etc. Ovviamente le poche ragazze attirano i tacchini come il miele attira le api. Anche tra di loro vi sono alcune che meritano di essere ricordate: per esempio le babbione che si allenano truccate ed agghindate come madonne di pompei e che non rinunciano a bracciali, orecchini ed anelloni neppure mentre arrancano sul tapis roulant tintinnando come hare krisna durante la festa del ranayatra.

Da non dimenticare neppure le sempre immancabili wannabe-panterone in microcalzoncini e canottierina ombelicale, talmente magre e tirate da sembrare importate direttamente dal Biafra (e no non sono di colore, sono solo super-abbronzate, anche adesso a dicembre!).

La mia preferita però è stata un’apparizione fugace di un mesetto fa: praticamente catwoman in persona: alta, corpo perfetto, lunghi capelli neri e tutina integrale nera aderentissima… Ma forse era solamente un’allucinazione dovuta al debito d’ossigeno!

In tutto questo ovviamente io sono quello che arranca sugli attrezzi, sudato ed ansimante in modo fantozziano, perennemente vessato dal nazi-istruttore; se passate di li, cercatemi, sono quello che assomiglia ad un capodoglio spiaggiato!

29 commenti
  1. 11 dicembre 2012 12:54 am

    si si, capodoglio!😛

    Mi piace

  2. valeriascrive permalink
    11 dicembre 2012 2:58 am

    che ridere!🙂
    la palestra e’ uno zoo interessante

    Mi piace

  3. 11 dicembre 2012 10:21 am

    Quando stavo a milano mi ero iscritto ad una palestra universitaria.
    Mi ricordo che dopo un paio settimana ero abbastanza fiero dei progressi fatti, quando ho visto la tipa di sala mensa, dal bel viso, ma decisamente troppo magra, che faceva ESATTAMENTE i miei esercizi.

    Adesso vado a correre se voglio proprio fare dello sport (e per strade poco battute)

    Mi piace

    • 11 dicembre 2012 11:13 am

      Lo farei anche io se potessi ma il mio (poco) tempo libero è collocato nel tardissimo pomeriggio quando ormai è freddo e buio.
      Al disgelo sicuramente tornerò a fare qualcosa all’aperto, preferibilmente bicicletta.

      Mi piace

  4. 11 dicembre 2012 11:06 am

    fauna davvero interessante!😀

    Mi piace

  5. 11 dicembre 2012 11:28 am

    si’, le palestre sono microcosmi molto interessanti dal punto di vista faunistico! hanno sempre suscitato la mia perplessità (e pure il mio stupore) le tizie che riescono ad uscire indenni dopo un allenamento, con i capelli come se fossero appena uscite dal parrucchiere (quando i miei sono già tutti elettrizzati dopo 10 minuti di tapis roulant) e il trucco impeccabile…😮

    Mi piace

    • 11 dicembre 2012 11:34 am

      Beh, forse dipende da quanto tempo passano nello spogliatoio DOPO l’allenamento…😉
      Ho visto persone (sia uomini che donne) arrivare in palestra con un trolley grande come quello che io uso per stare in viaggio una settimana!

      Mi piace

      • 11 dicembre 2012 4:43 pm

        io invece vedo donne arrivare con cose tipo trousse da trucco, mentre io sembro sempre a metà di un trasloco…

        Mi piace

      • 11 dicembre 2012 4:51 pm

        Che siano solo gli (pseudo)uomini allora a portarsi dietro il trolley? o_O!

        Mi piace

  6. 11 dicembre 2012 11:31 am

    Io sono messo come te, ma ho sempre una immancabile tshirt di qualche birra che ho tracannato il we prima🙂

    Mi piace

  7. 11 dicembre 2012 12:35 pm

    uff, mi hai rubato il post….volevo scriverlo anche io🙂

    (per questa ragione ho sempre preferito la piscina)

    Mi piace

    • 11 dicembre 2012 12:37 pm

      sorry!
      (no io essendo stato gatto in una vita precedente non ho molta confidenza con le piscine…c’è troppa acqua!)

      Mi piace

    • 11 dicembre 2012 2:52 pm

      E comunque puoi sempre aggiungere qui sotto un ritratto di quelli che frequentano la palestra da te. Un occhio femminile potrebbe dare risultati differenti😉

      Mi piace

  8. 11 dicembre 2012 4:44 pm

    nessuno batterà mai il palestrato quanto sò figo quanto sò tosto che va a fare la sauna con l’accappatoio a mucca pezzata

    Mi piace

  9. angelina66 permalink
    12 dicembre 2012 1:25 am

    Beh, come fauna non sembra male, sicuramente non ti annoi🙂 Io sono allergica alla palestra, la piscina va decisamente meglio, anche se non mancano certo i personaggi particolari ( tipo quelli che si sbaciucchiano incessantemente attaccati alle corde, o quelli tipo “adesso mi faccio 10 vasche di schiena e chi piglio piglio”, o quelli che si sciacquano abbastanza brutalmente gli attributi nelle docce comuni…)

    Mi piace

    • 12 dicembre 2012 11:34 am

      E meno male ci sono questi personaggi… La noia è scongiurata!

      Mi piace

  10. 21 dicembre 2012 8:24 pm

    Mi fai morire… dovresti pero’ qualche volta, quando sei da queste parti, frequentare una palestra locale (non quelle di LA o NYC, che pullulano di modelle/i attori/attrici… quelle di citta’ normali, del midwest ad esempio) e vedere la differenza….
    Tutte le palestre ti danno un’entrata o due gratis, prova, come scambio culturale…🙂

    Mi piace

    • 22 dicembre 2012 12:05 am

      Ghghgh… Ho frequentato una palestra a Indy e conosco bene😉 (anche se c’erano quasi tutti colleghi)

      Mi piace

  11. 25 dicembre 2012 3:58 am

    Bravo! meglio in palestra che sul divano!!

    Mi piace

    • 25 dicembre 2012 9:19 am

      Beh, ci sono cose che si fanno meglio in palestra e cose invece che vengono meglio sul divano…
      In mancanza delle seconde, beh, che palestra sia!🙂

      Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: