Skip to content

Blogricetta – gli involtini di pescespada

19 ottobre 2012

Visto che è molto che è da molto che non pubblico una ricetta e che questa sta rapidamente scalando la mia personale classifica di gradimento, ecco qui la ricetta per dei magnifici e freschissimi involtini di pesce (credo che di averla letta su La Cucina Italiana)

Gli involtini di pescespada

Gli involtini prima di essere passati al forno

Ingredienti (2 persone):
Basilico: qualche foglia
Pesce spada: 4 fettine sottili
Pomodori: un paio

Per il ripieno:
Aglio: uno spicchio
Basilico: qualche foglia
Capperi sottosale: una manciata
Olio di oliva q.b.
Olive verdi: 5/6
Pangrattato: 4 cucchiai
Peperoncino in polvere al gusto
Pomodori pelati: 2
Sale q.b.

PREPARAZIONE

Per prima cosa preparate il composto per il ripieno dei vostri involtini di pesce spada.
In una ciotola mescolate il pangrattato, i capperi, il basilico tritato, le olive sminuzzate, lo spicchio d’aglio tritato e i pomodori sminuzzati, privati dei semi interni.
Aggiungete sale e peperoncino a piacere e mescolate bene. Poi occupatevi della preparazione del pesce spada: dalla fetta piuttosto sottile, rimuovete con un coltello la pelle.

Se le fettine sono piuttosto lunghe tagliatele a metà, in modo da ottenere due piccoli involtini a testa. Una volta preparate le fette, adagiatevi sopra un paio di cucchiai di ripieno e arrotolatele.

Fermate gli involtini di pesce spada con gli stecchini e disponeteli in una pirofila unta d’olio. Alternate gli involtini a delle fettine di pomodoro e foglie di basilico; prima di infornare, spolverizzate gli involtini di pesce spada con una manciata di pangrattato e conditeli con un filo d’olio d’oliva. Mettete in forno già caldo a 180 gradi per appena 10 minuti. Servite gli involtini di pesce spada caldi.

Buon appetito!

Annunci
8 commenti
  1. 19 ottobre 2012 12:56 pm

    hanno tutta l’aria di essere ottimi… ma è una ricetta troppo costosa per proporla al mio aperitivo al bar! li farò per me, pure se i capperi sotto sale in Francia non si trovano… (trogloditi!)

    Mi piace

    • 19 ottobre 2012 1:10 pm

      Lo sono!
      Per i capperi puoi usare anche quelli sotto aceto ma sciacquali bene per eliminare appunto il sapore dell’aceto stesso.

      Mi piace

  2. 19 ottobre 2012 1:14 pm

    braviZZimo

    Mi piace

    • 19 ottobre 2012 1:32 pm

      macché bravo… mi sono limitato a copiarla
      (però la foto è mia 😉 )

      Mi piace

  3. 20 ottobre 2012 12:10 am

    ti arrabbi se non ci metto i capperi???? (altro che bed and breakfast, se vieni a Londra ti obbligo ai fornelli, come si fa a resistere? :P)

    Mi piace

  4. 21 ottobre 2012 8:30 pm

    Gnam! Magari avercelo il pesce spada sottomano, visto che è ora di pranzo!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: