Skip to content

In Canada son tutti Komunisti (ed infatti la loro bandiera è rossa!!!)

22 maggio 2011

E poi ci raccontano del prestigio internazionale del nostro paese….

Copyright G. Clement for the National Post

Annunci
9 commenti
  1. 22 maggio 2011 10:48 am

    porcazozza c’hanno ragione…… 😦

    Mi piace

  2. 22 maggio 2011 6:34 pm

    Pensa che anche le trasmissioni piu’ “fluffy” menzionano “bearlascouni” quale esempio della depravazione italiana… qui sesso con una minorenne e’ un reato, anche se chi lo commette ha solo 19 anni… immaginarsi se e’ un settant’enne… per di piu’ capo di stato… guarda cos’era successo con Clinton, e la Lewinsky era ben oltre maggiorenne!!

    Se fosse qui, i comici americani pregherebbero in qualsiasi lingua per tenerlo al governo, come fonte infinita di materiale!! Infatti, quando Donald Trump diceva che si sarebbe candidato, l’unico “unofficial endorsement” che aveva ricevuto era proprio quello della National Associations of Comedians!!

    Mi piace

  3. 23 maggio 2011 6:58 pm

    Che vergogna 😦

    Mi piace

  4. valeriascrive permalink
    24 maggio 2011 4:19 am

    eh.

    Mi piace

  5. angelina66 permalink
    24 maggio 2011 11:15 am

    Qui ne parlano solo per le faccende sessuali, e mostrano in continuazione il video in cui lui e´ al telefono mentre la Merkel lo aspetta. La credibilita´ sua e dell´italia e´ molto sotto lo 0. Bisogna proprio essere del tutto fuori di cervello per pensare che con uno cosi´ al governo possa essere diversamente.

    Mi piace

    • 24 maggio 2011 1:31 pm

      Sono convinto che se in Italia avessimo un informazione non manipolata\manipolabile il nano sarebbe durato quanto un batter di ciglia.
      Invece sono quasi 20 anni che ce lo sorbiamo, anzi, che ci sopportiamo concittadini ed amici convinti che il “poveretto” sia un benefattore del Paese perseguitato da invidiosi…

      Che tristezza…

      —Alex

      Mi piace

  6. 25 maggio 2011 6:53 pm

    l’anno scorso, all’università a Londra mi prendevano tutti in giro per quello che faceva Berlusconi, come se il fatto di essere italiana significasse automaticamente che l’avessi votato e che mi rappresentasse, che tristezza.

    Mi piace

    • 25 maggio 2011 9:58 pm

      Guarda, girando abbastanza all’estero per lavoro mi sono accorto che non solo ci prendevano per il culo in quanto Italiani solo nei paesi “più civili” ma anche in quelli in cui la cultura democratica non è proprio “sviluppatissima”…
      Dopo un po’ di volte che provavo a schermirmi dicendo che io tanto non l’avevo votato mi sono reso conto che è inutile ed impossibile.

      Anche noi italiani identifichiamo un popolo con chi li governa, è naturale e logico, in una democrazia…

      Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: