Skip to content

Giochi geek: il Kindle

13 aprile 2011

La mia anima geek non poteva lasciarselo sfuggire.

L’ho inseguito per molto tempo fino a che non è stato finalmente mio.

Se avete la passione per la lettura in ogni luogo e momento, se viaggiate tanto, in bus, treno, aereo o metropolitana, se amate lo zapping letterario e leggete più di un libro alla volta, se non volete rinunciare a portarvi dietro contemporaneamente Guerra e Pace (1463 pagine), Uomini che odiano le donne (676 pagine) ed I pilastri della terra (1043 pagine) e non volete pagare l’odioso sovrapprezzo per il bagaglio in sovrappeso, un lettore di ebook è quello che fa per voi!

E lasciatemi dire che non esiste un lettore di ebook migliore del Kindle di Amazon 🙂

Piccolo, sottile (più di una matita!) e leggerissimo (230 grammi). La batteria dura più di un mese di uso assiduo, il display sembra veramente carta stampata e si legge anche in piena luce, in più, particolare di non secondaria importanza, è uno dei lettori attualmente più economici sul mercato.

Certamente nessun lettore di ebook potrà sostituire il piacere di entrare in libreria, toccare annusare e sfogliare un vero libro di carta, questo è palese ma gli svantaggi, specialmente per chi ha una vita “mobile” sono superati di gran lunga dai vantaggi.

Per essere completamente onesto citerò altri due problemini specifici del Kindle, tutta roba di poco conto che non richiedono certo salti mortali per essere neutralizzati.

Il primo è che il Kindle, essendo un prodotto tipicamente nordamericano, non legge il formato di ebook più diffuso qui in Europa, l’epub. Questo fatto si risolve facilmente, per non dire automaticamente usando il miglior software in circolazione per la gestione della propria libreria elettronica: Calibre, software libero e gratuito, disponibile per tutti i sistemi operativi, Mac OS X, Linux e Windows, che provvede automaticamente alla conversione di praticamente qualsiasi formato ebook in un formato leggibile dal Kindle mentre copia i libri dal computer al lettore.

Il Kindle legge nativamente i file TXT, PDF, MOBI, PRC, AZW (formato proprietario kindle) e legge anche il file audio MP3. Amazon offre anche un servizio gratis di conversione online, basta mandare un qualsiasi file HTML, DOC, JPEG, GIF, PNG, BMP ad uno specifico indirizzo email ed Amazon manderà indietro al vostro Kindle, via WiFi, la versione convertita.

Il secondo è che Kindle non è compatibile con il sistema DRM prodotto da Adobe ed adottato da moltissimi editori di ebook. I DRM sono dei lucchetti digitali che nelle intenzioni degli editori dovrebbero impedire la copia illegale degli ebook. In realtà questi lucchetti sono una patetica scusa per innalzare i costi di edizione ma nella vita pratica non sono di alcuna utilità nel perseguire lo scopo originale. La presenza di un DRM Adobe su un ebook ne preclude la lettura su un Kindle. Se siete temerari e volete infrangere la legge (rimuovere il DRM anche da un ebook che avete regolarmente acquistato può essere illegale) l’aggiunta di uno script apposito a Calibre permette di rimuovere il lucchetto in modo semplice e senza essere hacker provetti e patentati e di godersi il libro sul proprio Kindle.

Il Kindle può contenere fino a 3500 libri e ha una connessione WiFi, il che gli permette di accedere a semplici siti internet per esempio per leggere la vostra posta elettronica.

Consente anche di creare segnalibri ed annotazioni sul testo elettronico ed infine, per i testi in Inglese basta selezionare una parola per accedere al dizionario Oxford incorporato. Mica male eh?

Oltre che sul sito di Amazon, dove si trovano più di 500000 titoli (per lo più in Inglese ma anche in Italiano) si possono acquistare ebook in Italiano su praticamente tutti gli e-store, da Feltrinelli a BOL anche se io preferisco BookRepublic.

Ovviamente poi, non penserete mica che il lato oscuro della rete non voglia dire la sua in proposito, vero? 😉

Insomma, datemi retta, se lo provate non ne potrete fare più a meno!

Annunci
40 commenti
  1. 13 aprile 2011 5:51 pm

    Lo tengo d’occhio da un po’, e anche se non rientra negli acquisti a brevissimo termine (una vocetta maligna mi sussurra all’orecchio “bianchino bianchino” e io sono solita a cedere alle tentazioni!). più che altro lo attendevo su amazon.IT e non .com! Congratulazione per il nuovo trastullo 😉

    Mi piace

    • 13 aprile 2011 7:20 pm

      Ovvio che anche per me il bianchino resta in cima ai desideri proibiti…
      Questo però era più accessibile!

      A proposito, non fa differenza ottenerlo da .com o .it
      Infatti mi hanno spiegato che per loro motivi di gestione non sarà mai in vendita in siti differenti da .com o .co.uk

      PS = non è tanto nuovo… Ce l’ho da Gennaio, è che non mi sento molto bloggarolo in questo periodo…

      Mi piace

  2. 13 aprile 2011 7:02 pm

    Esco un attimo dal tema (ma resto sempre in ambito nerd) per fare i complimenti a goldie per il nick…

    Meep

    Mi piace

  3. 13 aprile 2011 11:07 pm

    bravo Alex!
    come abbiamo già discusso io sono un po’ scettica… boh, non so, penso che prima o poi ci proverò ma non ora. Un abbraccio!

    Mi piace

  4. 14 aprile 2011 2:18 am

    Il Grinta l’ha ricevuto per natale!
    E se lo porta sempre e ovunque, pure in bagno nonnostante le mie urla di sdegno.
    Miss Kindle (perchè dai, con un nome così è femmina nè) ha decisamente spodestato i-pod dal podio degli amori del Grinta.
    Oh! E poi al terzo posto ci sto pure io, che perdo un po’ di punti perchè non ci ho il libretto di istruzioni e sono fuori garanzia, ma sono un bel pezzo di vintage.

    Alice Kindelizzatrice

    Mi piace

    • 14 aprile 2011 6:49 pm

      Beh, è ovvio che se lo porta in bagno… E’ un libro!
      E’ dai tempi di Gutemberg che i libri si leggono (anche) in bagno!

      —Alex

      PS = il libretto d’istruzioni di una donna è un oggetto mitologico… Chi ne ha mai visto uno? 😉 Comunque se tu sei vintage io sono un fossile!

      Mi piace

  5. 14 aprile 2011 12:49 pm

    Oh, bella lì Alex! Finalmente qualcuno che ammette di apprezzare l’E-book! Io ancora non ce l’ho, ma ne sono molto incuriosita, proprio perchè amante dei libri. Tutti quelli che conosco dicono “no, io non lo comprerò mai perchè il libro per me è di carta.” Ma certo, siamo tutti d’accordo che il libro cartaceo è un oggetto meraviglioso e da custodire come un tesoro, ma questo non significa che allora dobbiamo precluderci per sempre altri modi di leggere. Credo che l’E-book sia molto comodo per chi viaggia, per chi avrebbe decine di malloppi da portarsi dietro per ricerca o lavoro, per chi in spiaggia non ha voglia di rovinare il cartaceo con la sabbia o l’acqua, per chi in treno vuole avere l’imbarazzo della scelta. Insomma, io ci sto.
    Grazie per questo post e per i consigli.

    Mi piace

  6. ondalunga permalink
    14 aprile 2011 4:37 pm

    mi piace l’idea….soprattutto dato che ho sempre dei pesi incredibili sulla schiena….

    Mi piace

  7. 15 aprile 2011 7:48 am

    ok, non ho parole… c’e’ una telepatia tra noi che mi fa’ paura… oddio, mi sa che ti ho copiato anche qui!! Tutta la parte tecnica mi e’ volata sopra la testa (si dice cosi’ anche in italiano?!?), volevo pero’ aggiungere che l’altro “problema” rispetto ai libri di carta (se di problema di puo’ parlare) e’ che non ce li possiamo scambiare tra vari kindle users, anche se forse leggevo che c’e’ chi riesce a farlo. Troppo tecnico x me. Inoltre, puoi scaricare kindle for pc e automaticamente avrai tutti i tuoi libri (e giochi) anche sul portatile/desktop etc. In questo modo ad esempio J riesce a leggere i libri che ho preso io.
    La palla delle lettere che non si leggono piu’ pare sia solo dei modelli “graphite 3G” che poi sono tra quelli che costano di piu’, ovviamente…

    Pero’ ancora…ma cos’e’? Mi sa che in un’altra vita eravamo amici, troppe cose in comune!!
    Ora vado a leggere un’altra mezza pagina sul mio kindle (con mini abat-jour, ovviamente) prima di collassare!

    Mi piace

    • 15 aprile 2011 12:35 pm

      Ce l’ho da troppo poco per sapere se le lettere si scoloriranno, spero di no! Comunque il mio è il modello Kindle Graphite WiFi e basta che il 3G mi sembrava inutile (ho il cellulare che in caso può diventare un hotspot wifi in caso!).

      Comunque si possono prestare i libri tra due kindle per un max di 14 giorni (a parte l’installare il software su iPhone, iPad o Mac) sebbene non tutti i titoli siano abilitati al prestito (a regola dipende dall’editore): http://www.amazon.com/gp/help/customer/display.html?nodeId=200549320

      Mi piace

  8. 15 aprile 2011 5:16 pm

    Il tuo modello non ha il problema con le lettere: solo il nero 3G. Ovviamente, quello che ho io. Per mesi ho seguito un thread su Amazon inerente questo problema, e centinaia di presone si lamentavano… la maggior parte si era fatta mandare, come me, uno nuovo, che prontamente dimostrava glo stesso problema. E’ un difetto di “costruzione”, che alla fine ho deciso di risolvere comprando la skin di silicone. Molti hanno fatto lo stesso e si sono fatti rimborsare da Amazon… io mi sono dimenticata!

    Non sapevo che si poteva scambiare/prestare un libro per 2 settimane, pero’ il problema e’ che io non ho iPhone o iPad… ecco perche’ mi piace avere il 3G!! Il mio cellulare va ancora a carbonella… 😉

    Mi piace

  9. 16 aprile 2011 5:06 am

    ma che e’ il bianchino bianchino?

    Mi piace

    • 16 aprile 2011 2:55 pm

      “bianchino” è il nomignolo affibbiato agli zoom della serie professionale Canon (in particolare il 70-200 f2,8… Un sacco di Euroni!) che appunto, sono di colore bianco.

      Mi piace

      • 16 aprile 2011 5:17 pm

        Alex, mi deludi:
        “bianchino ” = 70-200 f4
        “biancone” = 70-200 f 2.8
        😉

        Mi piace

      • 16 aprile 2011 5:35 pm

        Ma il biancone non era in piazza Signoria a Firenze? 😉

        PS = scherzi a parte io pensavo fosse il 100 – 300, quello con lo zoom “a pompa”.

        Mi piace

      • 16 aprile 2011 5:58 pm

        100-400 = pompone
        100-300 non pervenuto 🙂

        Mi piace

  10. 18 aprile 2011 4:47 pm

    mi pare di capire che siamo in linea sugli acquisti, più o meno! anche io sentivo l’esigenza di non dover mettere in valigia più tomi: l’anno scorso sono andata via in moto e ti assicuro che mettere tre libri di almeno 1000 pagine l’uno, comprati in base alle misure più che per il genere non mi è piaciuto e comunque, dopo i primi 10 giorni li avevo letti tutti ! per le vacanze sicuramente comprerò e-book, mi dispiacerà non lasciare libri in giro per l’Europa con il mio indirizzo scritto sopra !

    Mi piace

    • 18 aprile 2011 5:04 pm

      Ciao!
      Sebbene l’idea di seminare libri in giro a beneficio di casuali lettori possa sembrare “cool” (se non sbaglio era una moda che dilagava un po’ di tempo fa specialmente in USA) sono molto geloso dei miei libri cartacei e la cosa mi disturberebbe non poco!

      Spero che tutto vada sempre per il meglio, un abbraccione!

      Mi piace

  11. 18 aprile 2011 11:33 pm

    ci stavo pensando a convertermi ad un coso tecnologico come questo: quanto costa? ^_^

    Mi piace

    • 19 aprile 2011 8:15 am

      Ciao Federica,
      il Kindle può essere acquistato solamente dal sito di Amazon.com
      Attualmente costa 139$ a cui vanno sommate le spese di spedizione dagli USA e la dogana.
      Al cambio attuale, molto vantaggioso, viene circa 110-120€

      Mi piace

  12. ondalunga permalink
    19 aprile 2011 9:48 am

    basta, lo voglio!

    Mi piace

    • 19 aprile 2011 10:01 am

      😀

      PS = giuro che non ottengo alcuna percentuale da Amazon sulle vendite dei Kindle… Però confesso che da quando l’ho comprato e l’ho mostrato ai miei amici già tre di loro ne hanno acquistato uno a loro volta…

      Mi piace

  13. 19 aprile 2011 11:45 am

    dunque: l’ho ricevuto stamani dopo averlo ordinato venerdì e aver ricevuto una mail di scuse perchè erano un po’ in ritardo (O_O). L’ideale sarebbe avere qualcuno in america così da poter acquistare la versione promozionale valida solo sul territorio usa, ed evitare la spedizione… cmq in totale ho speso 135 eurozzi, e in 4 giorni è stato mio (bhè, quasi, visto che è un regalo!)

    Mi piace

    • 19 aprile 2011 12:11 pm

      Benvenuta nel club…
      Dammi retta, regalagli qualcos’altro e tieniti il Kindle! 😉

      Mi piace

  14. 19 aprile 2011 12:17 pm

    per me posso sempre ricomprarlo… magari direttamente negli States! ma ho poca fantasia e ancor meno tempo e non lo passerò a meditare un altro “bel” regalo 😉

    Mi piace

  15. angelina66 permalink
    27 aprile 2011 8:46 pm

    Boh, mi hai fatto venire la curiosita’, e allora sono andata a provare degli e-book (ma non il kindle). Non mi sono piaciuti, ma mi piace un sacco l’idea. Pero’ ho una domanda da farti: visto che ci sono adesso in giro un sacco di tablet ad un prezzo relativamente abbordabile anche in versione mini, qual e’ il vantaggio di prendere invece un e-book?

    Mi piace

    • 27 aprile 2011 9:37 pm

      Ciao!
      Senti, a mio parere è vero che i tablet fanno anche altre cose oltre che funzionare da lettori di e-book ma tieni presente che di solito costano molto di più del Kindle (altri e-book reader sono molto più costosi) inoltre i loro schermi LCD non si possono leggere in esterno ed in piena luce cosa che invece il Kindle (ed altri lettori di e-book basati sulla tecnologia e-ink) fanno benissimo, sono molto più pesanti e le loro batterie durano in genere molto meno.

      Ultima cosa, non meno importante; considera che è pur vero che vi sono tanti “tablet” ma di quelli buoni e veramente funzionali ne esiste solo uno: l’iPad della Apple (ed anche lui, nonostante sia il migliore, soffre dei problemi che citavo sopra).

      Mi piace

  16. angelina66 permalink
    27 aprile 2011 10:12 pm

    Ciao, grazie per le spiegazioni, effettivamente la lettura in esterno era una cosa che non avevo considerato. Io ho provato in libreria due lettori e-book e francamente mi sono sembrati molto primitivi, poco funzionali. Ne voglio provare degli altri. Sto anche considerando l’acquisto di un tablet, ma senza troppo impegno, per la verita’. Ti faro’ sapere, anzi magari appena ne vedo uno papabile passo a chiederti consiglio.
    🙂

    Mi piace

    • 27 aprile 2011 10:24 pm

      Questo perché tutti gli altri e-book reader sono effettivamente primitivi e poco funzionali. In confronto a loro il Kindle è di un altro pianeta.

      Chiedimi pure tutto quello che vuoi, sarò felice di esserti utile! 😉

      Mi piace

  17. 27 aprile 2011 11:16 pm

    KINDLE FOREVER!!! 🙂
    Anche x il numero di testi disponibile, non ci sono paragoni, sta bello comodo in borsa, lo leggi bene in spiaggia…
    Gli altri sono come i fratelli meno belli di un fotomodello 😀

    Mi piace

  18. 8 maggio 2011 12:06 pm

    Io invece vorrei tanto il Sony… senza alcuna ragione particolare. però con l’alternativa Kindle sono nella perfetta posizione dell’asino di Buridano…
    Continuerò nei prossimi mesi ad andare in gro carico di libri come un mulo (di Buridano, chissa se Buridano aveva anche un mulo).

    Mi piace

    • 8 maggio 2011 5:52 pm

      Il Sony è “bulky”…ma soprattutto costa un pacco di soldi senza offrire nessun vantaggio…

      Ah, benvenut* !

      Mi piace

      • 8 maggio 2011 9:24 pm

        è infatti il pacco di soldi che mi frega! La mia pigrizia innata e l’inveterata abitdine all’acquisto impulsivo mi spinge invece verso il Sony, a ragione dei formati supportati… uff! Non ne verrò fuori facilmente e il tuo post non aiuta 😉 Non dovevo leggerti proprio il weekend in cui il PSR650 è tornato disponibile!

        Ma ti farò sapere!

        Mi piace

      • 8 maggio 2011 10:02 pm

        I formati supportati non sono un problema, come scrivo qui sopra tutto si può convertire con estrema semplicità usando Calibre.
        Ah, dimenticavo: il touch screen in un ebook reader è praticamente inutile a mio parere.

        Mi piace

  19. 9 maggio 2011 2:35 pm

    Si a questo supporto, con lecita nostalgia filologica. Soprattutto per pubblicare senza distruggere l’ambiente. Io la vedo molto dal punto di vista ecologico.
    E visto che oggi è il 9 e ho letto il tuo post del 9 aggiungo massima solidarietà: anche io non mi piaccio per niente. Vado dal parru?

    Mi piace

    • 9 maggio 2011 2:51 pm

      Ciao Alessandra, benvenuta.

      Sicuramente il libro di carta resterà insostituibile, lo penso anche io; per quanto riguarda l’ecologia… beh, senz’altro aiuta ma per come la vedo io un libro è come un diamante, è per sempre quindi … 😉 (insomma, non mi sembra carta sprecata!)

      Se andare dal parrucchiere ti aiuta…
      Però mi sa che dovrai aspettare almeno a domani 😉

      Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: