Skip to content

Eh sì, son soddisfazioni

10 maggio 2010

Svegliarsi un bel sabato mattino con la “voglia di pesce” al posto di quella usuale di cappuccino potrebbe sembrare strano ma non sono una donna e quindi non è stato preoccupante.
Entrare quindi in una pescheria con l’intento di “vedere un po’ cosa hanno di buono” è stato il passo successivo.

Da questo blitz alla ricerca di pesce il mio portafogli è uscito malconcio ma il mio stomaco ne è uscito ben soddisfatto.

Le linguine di Gragnano alle arselle son venute buone, molto buone ma il capolavoro di giornata è stato il tonno alla Palermitana.

La ricetta l’ho estrapolata dal blog del Cavoletto, mio personal guru culinario; peccato non potere postare l’odore ed il sapore, accontentatevi di questa (brutta) foto: 🙂

Ingredienti:
Fette di tonno (rosso) spesse almeno 2 cm

per la panatura:
olio EV
pangrattato fine
pecorino semi stagionato
prezzemolo, origano, aglio, peperoncino in polvere, zafferano

per il salmoriglio:
olio EV
aceto rosso
menta
origano, aglio, sale

Marinare le fette di tonno con l’olio EV.
Mentre marinano preparare la panatura con il pangrattato (circa 50g a fetta), due cucchiai di olio, uno spicchio d’aglio schiacciato, una manciata di origano e prezzemolo tritato, peperoncino, zafferano (una punta) ed il pecorino grattugiato (più o meno 20 grammi a fetta).

Impanare bene in modo che la panatura resti ben compatta e cuocere in una padella antiaderente ben calda o sulla griglia. Il cuore delle fette deve rimanere rosso (o rosato a seconda del gusto personale), NON CUOCERLO TROPPO, sennò lo spirito del tonno, incazzato perché il suo sacrificio è stato vano, vi ruberà l’ombra e vi perseguiterà tutta la vita. Io vi ho avvertito!

A cottura ultimata scaloppare le fette e condirle con il salmoriglio preparato con olio, un ciuffo di menta leggermente tritata (al coltello o con le forbici, MAI usare un frullatore o qualsiasi altro aggeggio simile; l’aroma della menta se ne andrebbe lasciando il posto ad un saporaccio amaro dato dall’ossidazione dei composti chimici che formano l’aroma stesso), un cucchiaio di aceto (la quantità è da aggiustare a seconda del gusto), una manciata di origano, uno spicchio d’aglio schiacciato, il tutto aggiustato di sale q.b.

la ricetta originale riportata da Sigrid sul suo blog è più elaborata ma io sono un rozzo cuciniere, che ci volete fare? 😉

Annunci
23 commenti
  1. 10 maggio 2010 4:16 pm

    lo spirito del tonno incazzato nnnnOOOoOOooOOooOooo!!!
    (menta for èva end èvva)

    Mi piace

    • 10 maggio 2010 4:40 pm

      E chi siamo noi per sfidare l’ira funesta del tonno? 🙂

      Eh sì, menta forever: specialmente assieme a ghiaccio, zucchero, lime e taaaaanttooo rum !

      Mi piace

  2. 10 maggio 2010 5:45 pm

    Slurp! Chissa’ che buono! E chissa’ che profumo…

    Mi piace

  3. laura permalink
    10 maggio 2010 5:50 pm

    sbavazz

    Mi piace

  4. rurinedda permalink
    10 maggio 2010 5:59 pm

    uhhhhhhhhh……buono!!!!!!!
    Ops….ho preso 1/2 kg solo con la foto!!!

    Mi piace

    • 10 maggio 2010 6:08 pm

      Ma dai! Impossibile ingrassare con il pesce! Mica è una teglia di cannelloni!

      Mi piace

  5. 10 maggio 2010 7:33 pm

    Maghari come cholazZione potrebbe dare adito a dubbi di varïa natura, ma come pranzetto/cenetta ce lo Wedo benissssimo.

    Ricetta segnata!

    GrazZie!!

    Mi piace

  6. valeriascrive permalink
    10 maggio 2010 7:34 pm

    sembra buonissimo!
    bon appetit.

    Mi piace

  7. fabio r permalink
    10 maggio 2010 8:10 pm

    cioè. scusa ma non ho capito: l’hai mangiato a colazione? e poi a cena cosa c’era? ratti fritti? (per migliorare l’alito..) 😀

    Mi piace

  8. 10 maggio 2010 10:50 pm

    che piatto complesso! ottimo eh! ma non mi ci metterei mai!
    colgo l’occasione però di propormi come sommelier… insomma qualcosa m’invento!

    Mi piace

  9. 11 maggio 2010 12:14 am

    Angelo: pranzo fu!

    Valeria: lo era, lo era!

    Fabio R: lo ripeto: pranzo fu, e che pranzo… Slurppp ! 😉

    Nelsoncocker: complesso? Ma dai! Che vino proporresti? Io ci ho bevuto sopra un buon Inzolia bello fresco…

    Mi piace

  10. 11 maggio 2010 9:41 pm

    Sembra delizioso: complimenti vivissimi al rozzo cuciniere!

    Corro a vedere il blog del Cavoletto, che mi è venuta fame 😀

    Mi piace

  11. 12 maggio 2010 7:09 am

    Commento della vegana di turno: lo spirito del tonno di perseguitera’ comunque!! 😉

    Who ya gonna call?? Ghostunabuster!!

    Mi piace

  12. 12 maggio 2010 8:45 am

    Ricetta molto interessante. Beato te che puoi permetterti di comprare il pesce fresco (così suppongo almeno visto che non so dove ti trovi). Io quassù l’unico tonno che posso permettermi è quello proveniente da Pacifico, che non è proprio dietro l’angolo.

    Il tuo blog me l’ha segnalato Moky che commentando sul mio blog ha trovato un parallelismo di post culinari. Ho notato che siamo pure coetanei.

    Un saluto dalla Germania

    Mi piace

  13. 12 maggio 2010 8:53 am

    … dimenticavo. Quelle volte che ho provato a cucinare quel tonno del Pacifico che trovo qui il risultato è stato sempre pessimo nonostante i tempi di cottura: mi sembrava di mangiare del truciolato.

    Mi piace

  14. 12 maggio 2010 9:14 am

    Benvenuto!
    Mi dispiace che tu non riesca a trovare del buon tonno fresco… (qui in Italia si trova facilmente)
    Spero di non averti fatto troppa invidia 😉

    A presto!

    Mi piace

  15. 12 maggio 2010 9:42 am

    Solo un po’, ma mi posso sempre vendicare con i crauti 😉

    Mi piace

  16. 19 maggio 2010 10:16 am

    ma, ehm, cosa vuol dire “scaloppare” ? no perchè questa ricetta la provo!

    Mi piace

    • 19 maggio 2010 5:16 pm

      Tagliare (di solito in senso obliquo) un pezzo di carne in tante fette di uguale spessore in modo da esporne il centro al condimento.

      Non badare alla foto, è una pessima esecuzione!

      Ah, dimenticavo: buon appetito e poi fammi sapere se ti è piaciuto!

      Mi piace

  17. angelina66 permalink
    20 maggio 2010 6:03 pm

    Ricetta mooooolto interessanteeee…. Provero’, appena trovo un pezzo di tonno decente 😉

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: