Skip to content

Domande esistenziali

3 maggio 2010

#1
Ma perché due donne che si danno appuntamento appena si vedono si salutano con grandi profusioni di baci multipli ed appellandosi a vicenda: “amore”, “tesoro” anche se si odiano?

#2
Mi è tornata in mente quella volta che ascoltai una conversazione tra ragazze, una di loro raccontava di essere stata la sera precedente in un locale, di essersi vestita apposta in modo provocante (e fin qui niente di male) di aver conosciuto un ragazzo e, testuali parole, “di essersi strusciata addosso a lui tutta la sera, facendogli credere chissà cosa, qualsiasi cosa” con il preciso scopo di mandarlo affanculo alla fine della serata.
Oh, là fuori; ma siete tutte così stronze?

Annunci
40 commenti
  1. 3 maggio 2010 2:19 pm

    #1: in genere ci si saluta così solo tra amiche, se lo si fa con qualcuna che si odia l’amore e il tesoro devono sottolineare delle cose cattivissime. Cmq a me non riesce, se odio qualcuno generalemente cerco di non incontrarlo

    #2: caso emblematico da stronzetta sì, a volte lo si fa anche per vendetta..:)

    Mi piace

    • 3 maggio 2010 3:30 pm

      Ma anche tra amiche posso capire uno scambio di bacetti ma il “tesoro”\”amore” a me (orso impenitente?) puzza tanto di cortesia untuosa ed artificiale…

      “Vendetta”: nei confronti di chi? Di uno che non hai mai visto prima? Ma allora ho ragione! Sarebbe come se io da oggi in poi trattassi male una/due ragazze a caso perché l’ultima stronza mi ha fottuto 15 anni di vita? o_O!

      Mi piace

  2. 3 maggio 2010 3:50 pm

    ancora ricordo una collega che mi chiamava, imperterrita, ‘STEEELLAAAAAAA’.
    Lo detestavo.
    Però però ppppeeerò…mi sembra di leggere tra le righe che tu sia particolarmente ‘attento’ a cogliere le vene di stronzaggine. Forse c’è un dentino scoperto, in questo particolare periodo?
    😉
    (la risposta alla tua ultima domanda è, ovviamente, ‘no’)

    Mi piace

    • 3 maggio 2010 4:29 pm

      Uno solo? Facciamo tutti e 32 (anche se io ne ho solo 28 visto che manco assolutamente di Giudizio)

      Per la tua risposta mi viene da pensare: fiuuuu…. meno male (ma mi sa che siete rare, ma tanto rare)

      Mi piace

  3. 3 maggio 2010 4:58 pm

    ma nooooo! a parte che sí, sappiamo essere stronze, almeno quanto gli uomini sanno essere rincoglioniti (e non so cosa sia peggio).
    umpf… vediamo… che ne dici di
    “no vedi, io provo sempre strade diverse contemporaneamente, sai, é come andare in montagna, a volte ti piace un sentiero, a volte un altro e non puoi scegliere quale sia il migliore allora io li provo tutti capito? ecco, faccio la stessa cosa con le donne”.
    questo me lo ha detto uno che pensava pure di essere ganzo!!!

    Mi piace

    • 3 maggio 2010 5:09 pm

      Ma questo più che rincoglionito mi pare un poco idiota… 😉
      Forse pensava di essere ganzo a “confessare” e giocare a carte scoperte? o_O

      Mi piace

  4. rurinedda permalink
    3 maggio 2010 8:38 pm

    uhm…..si, il mondo femminile è bizzarro e stronzo tanto quanto quello maschile. Ovviamente seguiamo logiche differenti.
    Noi non siamo false, siamo “diplomatiche”.
    Noi non siamo stronze, siamo “indecise fino all’ultimo”.
    Esciiii, satanaaaaaa!!!!! Abbandonamiiiiiiiii!!!!
    Ah….ecco….la femminetta che c’è in me è andata via….ufffff,meno male!!
    Ma no che nn siamo tutte così…..per carità! E ti assicuro che ci sono tante, tantissime donne sane di mente che si chiedono ogni giorno dove sono finiti gli uomini sani di mente….appunto!
    Peccato che nn s’incontrano mai, a quanto pare…..muble muble…..

    Mi piace

  5. 3 maggio 2010 11:08 pm

    Beh, la seconda è davvero diabolica, ma per quanti riguarda la prima è proprio vero. Io lo detesto, ma anche al lavoro da me si chiamano tutte “cara!” (che comunque mi fa venire in mente Frankestein Junior). Che poi siamo quasi tutte donne e quindi nell’ipocrisia ci si sguazza (compresa quella di fare da finta confidente per poi andare a spiattellare tutto alle spalle).
    Ieri ero in un camerino di un negozio incastrata in un abito troppo piccolo e ho avuto tutto il tempo per ascoltare il tatrino di due serpi che si provavano un paio di pantaloni, lo stesso, ed era tutta una frecciata e un finto complimento.

    Mi piace

  6. 4 maggio 2010 6:45 am

    La seconda… poveretta, fa quello che ha imparato.
    Le prime son due checche, ovvio.

    Mi piace

  7. valeriascrive permalink
    4 maggio 2010 7:36 am

    UNO: Io chiamo Tesoro o Amore soltanto Strazioman e solo quando siamo noi due.
    Mai chiamato nessuna donna Amore o Tesoro.

    DUE: Ne ho vista piu’ di una fare cosi’, e come dico a Strazioman, la categoria di donne “te la faccio annusare” mi lasciano sempre perplessa. O sono stronze dentro o la vita e’ stata molto ingenerosa con loro.

    Mi piace

  8. stefafra permalink
    4 maggio 2010 11:07 am

    bah, è che certa gente è condizionata fin da piccola a dare bacini e a fare la leziosa, poi non si riprendono mai più: “bacino bacino”, “ma non fare sempre la rustica”, “non vuoi dare un bacino alla nonna?” “No, perché con tutte le creme e cremine che si mette in faccia sembra di baciare una saponetta!”, la mia risposta una volta da piccina alla mamma che mi accusava di essere una specie di mini orso.
    Lo sbaciucchio selvaggio e i complimenti inutili li evito ancora, anche a costo di sembrare un orso grande.
    Per esempio non mi sognerei mai di baciare e abbracciare un collega magari un po’ più vecchiotto al primo incontro, come fatto da alcune mie colleghe italiane arrivate in Inghilterra e che ci rimasero malissimo alla reazione sorpreso/sconvolta del tipo, anziano professore gentilissimo ma un po’ “imbalsamato”..
    Quanto all’essere immondo di cui sotto, in inglese la definizione sarebbe “cockteaser”, ovvero solleticatrice di uccelli :-), perchè lo facciano, non saprei, ma la bastardaggine esiste in ogni sesso….vendetta? Una scusa troppo comoda, stronzaggine e basta direi.

    Mi piace

    • 4 maggio 2010 1:56 pm

      La sensazione di avere potere sugli altri è inebriante per qualcuna\o
      Da qualsiasi parte la giri però, direi che “stronzaggine” è un ottimo riassunto…
      Ma il vero problema è: ma quante ce ne sono in giro così? Troppe direi!
      Ed il vero problema è che da una certa età in poi la percentuale s’impenna!

      Mi piace

  9. 4 maggio 2010 2:29 pm

    Ma nooo che non siamo tutte così!!!
    io ad esempio al massimo posso usare “abbella” con forte inflessione romanaccia, ma “amore” o “tesoro” nun se possono senti’!
    E per la seconda situazione… purtroppo ci sono persone infelici e tristi che per dimostrare a se stesse di valere qualcosa abusano del loro cosiddetto “potere” sugli altri. Certo, sono stronze, ma pure molto penose….

    P.S.:cavolo di tastiera svizzera, ci ho messo un’ora a scrivere il commento+

    Mi piace

    • 4 maggio 2010 3:10 pm

      Tastiera svizzera? o_O!
      Esiste pure la tastiera svizzera? E che ha, le forme di Emmentaler sui tasti? 🙂

      —Alex

      Mi piace

  10. angelina66 permalink
    4 maggio 2010 9:46 pm

    Caso numero 1: la mia capa italiana era cosi’, chiamava tutti tesoro, e poi ricopriva di commenti cattivi gli assenti. Una megastronza. Poi ci sono quelle che magari non lo fanno per male, ma a me fanno comunque incazzare. Le mie amiche le saluto affettuosamente, ma non le ho mai chiamete amore o tesoro. Una nuova collega di lavoro (olandese, tutto il mondo e’ paese, come vedi) chiama tutti tesoro, e non fa altro che parlare, a voce alta, con tutti su tutto. A pain in the ass.
    Caso n.2: la stronzaggine non ha sesso (in realta’ dalle mie parti una cosi’ si potrebbe definire bbottana 😉 )

    Mi piace

    • 4 maggio 2010 11:44 pm

      Sì, anche io credo che molte non lo facciano per male… Sono solo insopportabilmente false ed artificiali!!!

      Mi piace

  11. stefafra permalink
    4 maggio 2010 10:09 pm

    La tastiera svizzera, una volta fattacisi l’abitudine, é bellissima.
    Ha tutti ma proprio tuttissimi i caratteri che si potrebbe utilizzare in ogni lingua “federale”: tedesco, francese e italiano (in romancio non so se esistano caratteri speciali tutti per loro).
    Adesso a lavorare ho una tastiera inglese che poverina al confronto è subnormale, e non so mai che tasti usare per mettere gli accenti. Per non parlare delle y e delle z scambiate, che in italiano va anche bene, ma a scrivere in inglese è un disastro:”zou are funnz” e via discorrendo. A casa peró abbiamo 2 laptop svizzerografi.

    PS: da una certa età in poi il materiale disponibile di sesso opposto si fa raro e scarsino, vale per tutti e tutte, a noi fanciulle restano gli imbranati cronici, gli “scarti di truppa” con piccolo difetto fisico, i divorziati danneggiati, i farfalloni amorosi timorosi (di legami) e gli omo latenti ma non dichiarati.

    Mi piace

    • 4 maggio 2010 11:45 pm

      a noi fanciulle restano gli imbranati cronici, gli “scarti di truppa” con piccolo difetto fisico, i divorziati danneggiati, i farfalloni amorosi timorosi (di legami) e gli omo latenti ma non dichiarati.

      Grazie!
      Adesso che so di appartenere ad una di queste categorie sono più tranquillo! 😀

      Per me le peggiori tastiere sono quelle francesi: tra i numeri invertiti con i simboli, la A al posto della Q, la Z al posto della W e la M dispersa… Terrore!!!

      Mi piace

  12. 5 maggio 2010 4:00 am

    noto che i commenti sono tutti al femminile per cui mi limito a mandarti un saluto e scappo via che mi sento un po’ intimidito! 😉

    Mi piace

  13. 5 maggio 2010 7:08 am

    Anche io non capisco questo usare amore tesoro, ciccina e, quello che odio di piu’ perche’ cosi’ mi chiamava mia sorella prima della fatwa, BELLA: sentirmi dire “Ciao bella!” da un’altra donna mi sa cosi’ tanto di sarcastico…
    Chiamo amore la mia prole e, all’occasione, il marito. Basta.

    Nel secondo caso, riesco a capire il comportamento solo come vendetta globale verso la categoria maschile, della serie think global, act local. Pero’ davvero e’ un comportamento cattivo.

    Mi piace

  14. 5 maggio 2010 4:04 pm

    Fortunatamente non sono tutte così,come dire…fenomeni da baraccone!

    Mi piace

  15. stefafra permalink
    5 maggio 2010 9:31 pm

    Hehem, da come leggo tra le righe potresti appartenere a un sottogruppo dei divorziati danneggiati, (non necessariamente divorziati, magari “s-coppiati” dopo accoppiaggio di lunga data) che tipicamente dopo la botta da abbandono diffidano molto del sesso opposto.
    Tutto sommato la categoria più speranzosa di ritrovare compagnia, magari con un consimile, visto che dopo una certa età è meglio andare sull’usato sicuro, che una( o un) “vergine” sopra i 35 anni un qualche problemino lo deve avere, se non ha abitato sotto un sasso per tutta la vita.

    Mi piace

  16. 6 maggio 2010 1:37 pm

    Gao: torna qui, non scappare che un’altro punto di vista è sempre gradito!

    Moky: ma quanta frustrazione deve accumulare una persona per comportarsi così? Mah!

    ilbambi: Dici davvero? A pare il contrario! Benvenuto

    Stefafra: ho pure la garanzia, pensa te! 😉

    Mi piace

  17. francesca70 permalink
    6 maggio 2010 1:51 pm

    allora: la stronzaggine è unisex . Io non mi preoccuperei. Quanto ai nomignoli, ricordo che con le mie amiche negli anni 80 e 90 ci si dava della zoccola e oltre. Pare fosse normale. Piuttosto che chiamarci amore o tesoro ci si chiamava “puttanella”. Erano altri tempi. Epperò ci si divertiva.

    Mi piace

    • 6 maggio 2010 2:22 pm

      “zoccola”
      “puttanella”

      Galattico! Queste me l’ero perse…

      Per il consiglio di non preoccuparsi… Beh ci provo ma non è semplice; sarà il periodaccio, sarà il tempo ma sono di umore nero ed iper-pessimista

      Mi piace

  18. giugiu permalink
    7 maggio 2010 5:50 pm

    #1 me lo sono chiesta anch’io tante volte…io di solito cerco di scansarmi…soprattutto quando è una che praticamente non conosco e mi dice “ciao amore”…mi viene la pelle d’oca!!!!
    #2 Io non sono così stronza… ma conosco ragazzi che hanno ammesso di aver fatto di peggio. Ad esempio a uno piaceva far innamorare una ragazza ..con strategia e tempo…e dopo che questa era cotta…(quindi tempo…non tutto in una serata magari anche un mesetto di uscite) lui spariva dalla circolazione e cambiava pure numero di cellulare…magari facendo questo suo “gioco” con più ragazze contemporaneamente. (questo sa proprio di malato…. se vuoi ti dico chi è 😉

    Mi piace

    • 8 maggio 2010 4:01 am

      1) Sì, sì. Pelle d’oca anche a me quando lo sento!

      2) Certo, la bastardaggine non ha genere. Comunque ho la sensazione che le donne si applichino di più in questo genere di esercizi. Sarà forse perché in genere sono dotate di un’intelligenza più sottile. Noi maschietti di solito siamo più grezzi e diretti. Questo genere di sottigliezze sono troppo raffinate da mettere in pratica e comprendere per noi 😉

      Mi piace

  19. 9 maggio 2010 7:20 pm

    Caso A= donne false
    Caso B= donne stupide

    Ma non siamo tutte cosí!…anzi, direi che per fortuna quelle due categorie appartengono alla minoranza! su su, abbi fiducia che ce ne sono di altre, cosí come ci sono uomini piú o meno validi…

    Mi piace

  20. laura permalink
    10 maggio 2010 12:58 pm

    1. sono gattorso di natura e non amo strusciarmi contro gli angoli se non sanno di buono
    2. fare la scallacazzi con gli zotici montati che pensano d’essere il più bel fico del cesto, e poi mollarli lì con l’uccello in mano e l’orgoglio in pezzi, è uno dei piaceri maggiori che una donna possa concedersi senza preoccuparsi di proteggersi dagli STD e senza mettere su ciccia.
    ovviamente se IN QUALCHE RARO CASO si indulge a questo “treat” ciò non vuol dire che ci si comporti poi male con le persone meritevoli e non si copra ad esempio col plaidino il fidanza incautamente appisolato sul divano, ponendogli poi il gatto sui piedi per completare l’isolamento termico (così, per dirne una 😛 )

    Mi piace

    • 10 maggio 2010 1:27 pm

      Rari casi…
      Mah, pare invece che ci sia una moltitudine che lo fa di mestiere!

      Mi piace

      • laura permalink
        10 maggio 2010 5:46 pm

        nah, per me è come il barolo chinato… una volta ogni tanto e solo se merita la spesa 🙂 e comunque ultimamente basta, se no mi si intristisce il moglio…

        Mi piace

  21. 10 maggio 2010 6:09 pm

    avendo lavorato 22 anni in discoteca posso dirti che il passo numero 1 è decisamente anche maschile, sopratutto se sono pr, gestori, dj … amore di qua, amore di la … semplicemente perchè non ricordano il tuo nome, ma sanno che devono assolutamente salutarti !!! per il passo numero 2, accidenti, non saprei, continuo ad essere ingenua io e forse anche le mie amiche !

    Mi piace

    • 11 maggio 2010 12:11 am

      Macché, fai semplicemente parte della minoranza “sana” ! 🙂

      Mi piace

  22. 29 giugno 2010 11:59 pm

    Non lo facciamo mica tutte!!!
    Nè la prima nè, tanto meno, la seconda.

    Mi piace

    • 30 giugno 2010 12:05 am

      Meno male…. 😉
      Allora visto il campione delle risposte debbo dire che o il mio blog è frequentato bene oppure che, come ho già detto, le incontro tutte io (di persona, intendo!)

      PS = benvenuta

      Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: