Skip to content

Ma come fate?

11 ottobre 2009

Che papi fosse un misogino non è certo una novità. Abbiamo imparato attraverso le sue battute la sua considerazione per il genere femminile (ve le ricordate per esempio le battute sulle segretarie bone o quelle sulle belle donne da fare scortare dai soldati? Se non ve le ricordate tutte e volete sentirle dalla sua viva voce, sono efficacemente riassunte da quei comunistacci di Repubblica qui).

Però, dopo l’offesa alla Bindi, in diretta TV (con la complicità di Vespa, incapace anche di aprire bocca per almeno mitigare le intemperanze dell’illustre intruso) non posso non chiedermi come le elettrici del PDL possano ancora sinceramente pensare di votare di nuovo quest’uomo che (pure a me che sono maschio) appare veramente riprovevole.

Non parlo ovviamente delle deputate e senatrici di quel partito (?) e nemmeno di coloro che ricoprono li dentro funzioni dirigenti: è ovvio che queste avranno (o avranno avuto) il loro bravo tornaconto personale che potrebbe essere più importante delle offese all’intero genere femminile.

No, penso alle normali donne della porta accanto; mamme, figlie, nonne. Coloro che non hanno mai ottenuto e probabilmente non avranno mai da papi alcun privilegio o ricompensa.

Come fanno queste persone? Come fanno a riconoscere in quest’uomo il proprio rappresentante?

Mi piacerebbe che le donne che hanno votato per lui alle ultime elezioni provassero a spiegarmelo perché da solo non ci riesco proprio a capirlo.

Annunci
9 commenti
  1. 11 ottobre 2009 6:25 pm

    forse perchè sono convinte che abbia ragione. Credo che di base molte donne tendano ad essere insicure sul prprio aspetto, e ci vuole poco per sentirsi non all’altezza dei canoni estetici. Ricorda che è molto più facile credere alla cattiverie che ai complimenti, e si finisce con il pensare che ad essere “sbagliati” siano gli individui, non i canoni estetici condivisi.
    A questo punto l’aspetto fisico può diventare lo scudo dietro cui nascondere i propri fallimenti (non ho un posto di prestigio? certo, non sono bella, e solo le belle vanno avanti ecc ecc). Lo status quo, quindi, non solo potrebbe andar benissimo, ma potrebbe trasformarsi in un’arma di autostima potentissima.

    Inoltre chi si sente inferiore spesso trova conforto nell’insultare gli altri.
    Io avro pure la cellulite, la pancetta ecc ecc, ma la Bindi è peggio di me… lo dice persino Berlusconi…

    Non lo so, la mia è solo un’ipotesi.

    Mi piace

  2. valeriascrive permalink
    11 ottobre 2009 8:04 pm

    a me fanno arrabbiare piu’ queste donne che gli uomini come Berlusconi.

    Mi piace

  3. 11 ottobre 2009 9:51 pm

    Paleomichi: mah guarda, secondo me non c’è senso di inadeguatezza che tenga; se una persona è rozza, incivile e mi offende non lo portò mai giustificare.

    Valeriascrive: anche a me. Il problema non è lui ma chi lo vota e gli si sottomette.

    Mi piace

  4. 12 ottobre 2009 12:19 am

    alla mia amica è la storia dell’imprenditore ce l’ha affascinata… lo so perchè anche io glielo avevo chiesto….

    Mi piace

  5. 12 ottobre 2009 12:34 pm

    Ne conosco anche io di donne che continuano a dire “che tanto anche gli altri sono così” oppure che ” a me piace Berlusconi”.
    Io sono un’orrenda classista e siccome vedo la vita che fanno penso che alla fine certe donne si meritano dei berlusconi (nel migliore dei casi) e niente altro.
    Il problema è che siamo invece tante tantissime ad essere infastidite…anzi arrabbiate, oserei dire FURIOSE ma il problema è che ci stanno riducendo al silenzio. Perchè ogni singolo spazio pubblico è occupato da donne nude e sceme o da uomini che stanno zitti quando una loro collega viene offesa ( e mi riferisco ai signori presenti a Porta a Porta).

    Mi piace

  6. 12 ottobre 2009 10:09 pm

    Nelsoncocker: magari in principio potranno anche essere state affascinate ma adesso che hanno visto di “che pasta è fatto” cosa ne penseranno mai?

    Francesca: hai ragione. Il problema è che se loro si meritano papi, noi invece perché dovremmo sorbircelo?

    Mi piace

  7. angelina66 permalink
    13 ottobre 2009 2:47 pm

    Penso che Michi abbia fatto un’analisi corretta.
    Personalmente non so cosa dirti. Io non l’ho mai votato, mai. Mi fa proprio schifo come persona, lasciando ovviamente da parte il fatto che e’ un ultrasettantenne e che non somiglia esattamente a George Cloney. Mia madre lo ha votato una volta, forse. Adesso lo detesta in maniera viscerale. Ti posso solo dire che ho appena ricevuto un messaggio da una mia amica che vive anche lei all’estero. Era andata a trovare i suoi per qualche giorno, e gia’non vede l’ora di tornare a casa (cioe’ in Spagna). Dice che sua madre adesso pensa che sia normale andare a puttane e tutto il resto.

    Mi piace

  8. fabio r permalink
    13 ottobre 2009 5:52 pm

    bleah! (detto con la faccia di snoopy schifato) non so proprio cosa replicare….

    Mi piace

  9. 13 ottobre 2009 6:18 pm

    Angelina: mi sembra normale un così deciso slittamento della soglia della “normalità”. Del resto i canoni morali storicamente sono sempre stati dettati dai cosiddetti modelli di riferimento. Adesso sono gli idoli televisivi ed i (discutibili) governanti, prima forse erano il maresciallo dei carabinieri, il parroco e magari il medico condotto.

    Fabio: purtroppo c’è poco da replicare. Comunque se noti bene ancora non sono riuscito a convincere nessuna elettrice del PdL a spiegare qui pubblicamente i motivi della sua scelta.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: