Skip to content

La perla chimica

24 settembre 2009

Dal “Corriere della Sera” edizione online ecco una perla chimica.

Lo so magari sono troppo pignolo ma cavolo, informarsi prima di scrivere costa troppo?

Un capannone scheletrico e spettrale, cresciuto nel cuore del Veneto come una metastasi silenziosa, che galleggia sopra un inquietante mare color giallo: il giallo del cromo esavalente, che impregna a quintali il terreno sottostante la fabbrica abbandonata e avvelena la falda, penetrando fino a 25 metri di profondità.

Peccato che  il cromo esavalente (forma ossidata, valenza +6) sia verde, non giallo! Il cromo trivalente (forma ridotta, valenza +3) invece è del colore riferito dal giornalista, che ha visto una montagna giallastra e l’ha associata a sproposito con lo spauracchio del cromo esavalente di cui tutti gli ambientalisti (a ragione) hanno paura.

Annunci
6 commenti
  1. 26 settembre 2009 5:49 pm

    Eheheeh…sapevo che non te la saresti lasciata schappare! Resta il fatto che da quelle parti il terreno non è propIo dei migliori…

    Mi piace

  2. 26 settembre 2009 6:13 pm

    Angelo: scommetto che a cercar bene salterebbe fuori anche il pesce triocchiuto di Springfield!

    Mi piace

  3. 27 settembre 2009 7:10 pm

    Quello lo fanno in padella tutte le sere!

    Mi piace

  4. Any permalink
    29 settembre 2009 1:24 pm

    zio fa…

    Mi piace

  5. 6 ottobre 2009 3:41 pm

    beh, per lo meno ha azzeccato l’elemento chimico…

    Mi piace

  6. 6 ottobre 2009 3:51 pm

    Paleomichi: sicura? Non ci giurerei!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: