Skip to content

Il ministro delle dispari opportunità

27 maggio 2009

Il ministro Carfagna ha cancellato una commissione ministeriale che era stata istituita dal suo predecessore (Barbara Pollastrini) che doveva lavorare per garantire le pari opportunità ai danni di persone gay, lesbiche, bisex e transgender.

Inoltre ha cancellato dal sito del suo ministero ogni riferimento alle discriminazioni operate nei loro riguardi; non esistono, come se qui in Italia non esistesse alcuna discriminazione verso gay, lesbiche, bisex e transessuali.

“Non è una priorità” hanno risposto dal ministero…

Eh sì, non è una priorità, come no. Ma che cavolo di pari opportunità garantisce il suo ministero se non sono appunto pari per tutti?

Era penosa da showgirl ma da ministro è proprio una barzelletta.

Advertisements
19 commenti
  1. 27 maggio 2009 9:18 pm

    Non è una priorità, ha ragione. La priorità ce l’hanno le ragazzine di papi e le porcate che fanno — sotto silenzio — mentre tutto il mondo discute intorno a questa sciacquetta…

    Mi piace

  2. 27 maggio 2009 11:36 pm

    se il personaggio fosse diverso si potrebbe pensare a una provocazione: il problema non è preso in considerazione dal ministero delle pari opportunità perché non è giusto che lo sia. Come dire pari opportunità per chi ha i capelli rossi. E’ assurdo pensare ancora di discriminare una persona solo sulla base delle scelte sessuali.

    ma mi sa che non è questa la ragione…

    Mi piace

    • 28 maggio 2009 12:01 am

      Ma purtroppo la Carfagna non è altro che una zucca vuota posta su un (pur pregevole) corpo…
      Della serie: non ci si può aspettare altro.

      Mi piace

  3. 28 maggio 2009 12:09 pm

    ‘sta barzelletta…non fa ridere per niente…anzi 😦

    Mi piace

  4. salvogullotto permalink
    28 maggio 2009 12:51 pm

    Era penosa da showgirl ma da ministro è proprio una barzelletta….

    sarà brava a fare qualcos’altro!

    Mi piace

  5. 28 maggio 2009 2:36 pm

    oooooommmmmmainsommma, possibile che non vogliamo capire? nel magico mondo di silvio i gay non ci sono più, deve farsi perdonare dal papa, il papi, e quale regalo migliore.

    e poi… la carfagna, meglio che stia lì, provate a immaginare se fosse alla scuola, o agli interni.

    Mi piace

  6. 28 maggio 2009 2:56 pm

    Dedy: infatti, una di quelle barzellette che tanto ama raccontare il suo papi

    Salvo: personalmente non lo so, forse bisognerebbe chiederlo a papi

    Biafra: in compenso al MIUR, c’è chi fa’ danni come e forse più della Carfagna ed anche negli altri ministeri non scherzano… PS = benvenuto

    Mi piace

  7. 28 maggio 2009 4:53 pm

    MA al MIUR non c’è la maestrina zuccavuota che prende ordini da tremonti? Si…fa danni peggio della grandine, ma almeno lei è in parte scusata…esegue ordini, e porta avanti un piano molto più vecchio di lei…

    Mi piace

  8. 28 maggio 2009 5:57 pm

    Ho letto quest’ultima incredibile notizie su un altro blog italiano e non ci credevo. Non puo’ d certo essere perche’ la discriminazione contro gli omosessuali e’ stata eradicata in Italia.. vero???!!

    Posso farti un esempio americano??

    L’altro giorno la supreme Ccourt della California ha votato per mantenere i risultati dell’elezione del 4 novembre e il passaggio della prop. 8 (contro i matrimoni gay) pur mantenendo come validi tutti quelli fatti in California del 2008.
    Io ho gia’ ricevuto almeno 4 email da un gruppo chiamato Courage Campaign per mobilitare la gente e rimettere nelle votazioni del prossimo novembre una sorta di referendum per ripristinare il marriage equality act. Se non fosse stato per i mormoni dello Utah che hanno versato milioni di $$ nelle tasche di chi ha paura dell’aria fritta (leggasi consentire una posizione legale alle coppie di gay che vogliono sposarsi..)

    Pare che migliaia di persone, gay e non, inclusa Charlize Theron, saranno a Fresno il 30 di fronte alla City Hall per protestare la decisione di qualche giorno fa.

    Quanti italiani sarebbero pronti a scendere in piazza per i diritti degli omosessuali?

    Come al solito, scrivo troppo, ma credo che per molti italiani (ovvio non parlo di te Alex e di chi ti legge) si meritano dei ministri cosi’!

    E si’ che la Carfagna ha ben usato la sessualita’ per far carriera!! MAh!

    Mi piace

  9. 28 maggio 2009 7:00 pm

    Angelo: no io sono una merda e non scuso neppure la marionetta di Tremonti.

    Moky: no non scrivi troppo! Concordo con te, l’Italia ha il governo che si merita. E comunque sparare sulla Carfagna è troppo facile, come farlo sulla croce rossa.

    Mi piace

  10. fabio r permalink
    28 maggio 2009 8:47 pm

    senza parole…. il velinismo eretto a potere…. povera Italia!

    Mi piace

  11. 28 maggio 2009 10:30 pm

    FabioR:ed ho l’impressione che in futuro sarà anche peggio…

    Mi piace

  12. valeriascrive permalink
    29 maggio 2009 3:20 am

    l’ultima frase la trovo particolarmente illuminata.
    che schifo, Alex.

    Mi piace

  13. 29 maggio 2009 8:17 am

    Era già un insulto in partenza…ora non fa che stare nel solco in cui è nata.
    Sob.
    E purtroppo concordo con Alex, “l’Italia ha il governo che si merita” poi certo che ci sono le eccezioni…ma qui si vive in trincea a fare le eccezioni, non in civile società:
    io rischio la vita ogni giorno andando in giro in bici, la maleducazione è un passpartout, a lavoro vige la regola che io gioco a fare il capo, tu gioca a fare la segretaria, lui gioca a fare il manager…competenze e qualità vengono dopo….e se con vocina carina e convinta fai presente su un qualsiasi argomento che “il re è nudo!” ti senti dire che sei la solita disfattista.
    Io, che dell’ottimismo vero (non quello recitato) ne faccio una colonna portante del mio modo di vivere.
    Gasp.

    Mi piace

  14. 29 maggio 2009 11:51 am

    ma, è vero ?! dai, è una barzelletta

    Mi piace

  15. 29 maggio 2009 1:05 pm

    Valeriascrive: concordo, un vero schifo.

    Sciropz: sì, basta guardarsi intorno per capirlo. Il problema è che tutti gli altri sembrano non accorgersene.

    LaVale: purtroppo no… Tutto vero 😦

    Mi piace

  16. 29 maggio 2009 3:15 pm

    quello che mi chiedo è quando si smetterà di ‘ridere’ e si passerà alle maniere forti.
    Certe volte mi viene da dire ‘cazzo, io sono pronta’.

    Mi piace

  17. 29 maggio 2009 3:40 pm

    Michela: vana speranza, un buon 80% degli Italiani è anestetizzato dai vari gLandi fratelli, striscia la notizia, xfactor, porta a porta e via discorrendo…

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: