Skip to content

Buon Primo Maggio

1 maggio 2009

Mi domando se sia la festa di chi un lavoro ce l’ha è contento e vive in modo soddisfacente e dignitoso del suo onesto lavoro, di chi ce l’ha ma viene sfruttato ignobilmente da gentaglia senza scrupoli che non solo non riconosce loro il giusto salario ma specula pure sulla loro incolumità oppure se sia la festa di quelli che un lavoro non ce l’hanno e che lo vorrebbero.

Se sia la festa di coloro che il lavoro l’hanno perso, di quelli che sono in mobilità e tremano pensando al futuro, di quelli che sono precari o anche di quelli che sono costretti a lavorare in nero.

A tutti questi, ed anche a coloro che ho dimenticato, buon Primo Maggio.

Buon Primo Maggio perché almeno un giorno all’anno sia la vostra festa.

A tutti coloro invece che sfruttano i lavoratori negandogli salari dignitosi, che sfruttano la manodopera clandestina (e poi magari votano lega e vanno a far le ronde), che lesinano sulla sicurezza “perchè sennò ci rimettono”, auguro di passare il Primo Maggio seduti sul cesso in preda ad una diarrea inarrestabile,  sperimenterete almeno per un giorno la vita di merda che fanno per 364 giorni i vostri dipendenti.

PS = gli altri 364 giorni invece vi auguro di passarli in compagnia della Guardia di Finanza che vi spulci persino il bu’o del culo e vi faccia persino pagare una tassa sulle emorroidi.

Annunci
2 commenti
  1. 3 maggio 2009 12:13 am

    Mi unisco all’augurio:))

    Mi piace

  2. 3 maggio 2009 10:07 am

    Si! Anche io…in rytardo…

    P.S.
    Quel quadro di Pelizza da Volpedo è sempre attualissimo!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: