Skip to content

Le tre scimmiette

16 febbraio 2009

A volte mi pare di vivere in un paese popolato da un branco di scimmie cieche, sorde e mute.

Dai, non è possibile che di fronte ai risultati sconfortanti prodotti da questo primo anno di amministrazione del centrodestra non ci sia nessuno, dico nessuno, tra la stragrande maggioranza di cittadini che li hanno votati alla scorse elezioni che si ponga un minimo dubbio sul fatto che questi qui, nella migliore delle ipotesi, siano un branco di incompetenti e nella peggiore che stiano perseguendo solo il consenso spicciolo senza badare in alcun modo alla realtà dei fatti ed ai bisogni reali del paese e della società.

Avevano promesso mari e monti.

Dovevano abbassare le tasse, farci stare più sicuri, far cessare gli sbarchi dei clandestini, aumentare il prestigio internazionale dell’Italia, far rientrare i “cervelli in fuga” ed altre millemila promesse mirabolanti.

Invece le tasse sono aumentate ed aumenteranno ancora nel prossimo anno per loro stessa ammissione (ed il bollo auto? Ve lo ricordate?). Avevano promesso il federalismo fiscale ma hanno cancellato completamente l’unica tassa veramente federale che c’era, l’ICI. Certo, lo aveva già fatto il governo precedente ma limitatamente alle prime case e solo per quelle “da famiglia normale”, non certo sulle megaville e sui castelli!

Non si contano più le notizie di rapine, stupri, violenze gratuite e senza senso ed adesso siamo arrivati anche alle spedizioni punitive in perfetto modello squadrista; il tutto mentre le forse dell’ordine non hanno neppure più i soldi per far riparare le auto di servizio.

Gli sbarchi sono più che raddoppiati e non si vede traccia degli effetti degli accordi bilaterali che avevano promesso con gli stati mediorientali e nordafricani per controllare e regolamentare e dissuadere le partenze di questi disperati.

Non parliamo delle figure di cacca raccolte dal “nostro” tra commenti a dir poco imbarazzanti sul nuovo presidente americano, partite a nascondino con la cancelliera tedesca, improbabili quanto fantasiose ipotesi di chiusura delle borse mondiali, pericolose relazioni con il ben poco democratico primo ministro russo e via discorrendo… Meno male che adesso all’estero hanno imparato a conoscerlo e ad ignorarlo come si fa’ con i bambini molesti.

Stendiamo poi un velo pietoso sulla cosiddetta “riforma della scQuola”. Altro che far rientrare i cosidetti “cervelli in fuga”! Cosa in questa riforma dovrebbe invogliare questi ricercatori a tornare qui in Italia? La prospettiva di fare i disoccupati forse? O la nostalgia della pizza e di mammà? Mammà la possono sempre chiamare con Skype e la pizza possono sempre andarsela a mangiare in un ristorante italiano visto che all’estero quelli “etnici” non li hanno ancora vietati, al contrario di quanto avviene da noi!

Eppure, seppur dinnanzi a questo sfacelo il gradimento di questo branco di incompetenti resta altissimo ed i loro elettori (tra cui anche un paio di miei parenti, sigh!) dichiarano orgogliosamente che continueranno a votarlo!

Annunci
18 commenti
  1. 16 febbraio 2009 6:49 pm

    io sono “emigrata” a Londra proprio perchè non potevo far più nulla, l’università in Italia era diventata una barzelletta.

    Mi piace

  2. 16 febbraio 2009 8:03 pm

    Tu hai il culo troppo piccolo, caro Alex.
    Un sacco di gente i “mari-e-monti” non li ha nemmeno sentiti….

    Mi piace

  3. 16 febbraio 2009 8:05 pm

    Sei sicuro che siano scimmie??? Non saranno troppo evolute?!?!?

    Mi piace

  4. 16 febbraio 2009 8:24 pm

    Tokyonome85: ecco, appunto…

    Adriana: in che senso non li ha sentiti?

    Dedy: in effetti, pensandoci bene…

    Mi piace

  5. 16 febbraio 2009 8:34 pm

    era una battutaccia di cattivo gusto che non ho il coraggio di approfondire!
    😀

    Volevo dire che un sacco di gente è anestetizzata, altrimenti non si spiega…

    Mi piace

  6. 16 febbraio 2009 8:44 pm

    Adriana: la battutaccia l’avevo capita 😉 Il problema non è il mio culo (a cui tengo moltissimo!) ma effettivamente la statica inerzia e cecità dei sostenitori del nano il cui culo invece pare essere largo come l’eurotunnel…

    Mi piace

  7. 16 febbraio 2009 9:19 pm

    😀

    …..

    😦

    Mi piace

  8. 17 febbraio 2009 8:59 am

    e lo votano ancora! Và in sardegna che è successo!
    Marò! Terrore!!

    Mi piace

  9. 17 febbraio 2009 10:00 am

    Appunto… 😦

    Mi piace

  10. 17 febbraio 2009 10:31 am

    Mi viene da pensare ad un rigurgito di quella società perbenista che negli anni ’20 ha permesso al fascismo di fare quello che ha fatto…ma probabilmente sbaglio. La situazione è molto peggiore. Una serie di governi, indipendentemente dal colore, ha cominciato una deliberata distruzione di qusto paese. SQuola, servizi sociali, coscienze. Arrendersi? no, ma riflettere si. Ribellarsi? forse.

    Mi piace

  11. ali permalink
    17 febbraio 2009 1:13 pm

    .. visto il risultato della sardegna rimane solo lo sdegno..
    ma dov’è l’opposizione , perchè non facciamo niente…
    immobilismo più totale.
    ali
    aimè anch’io ne conosco più di qualcuno che li vota… (sai mentre discutevo con uno di loro in merito alla crisi che mi ha detto? Berlusconi sempre berlusconi, mica lo deve fare lui lo stato sociale… che c’etra lui? perchè di deve occupare di tutti? forse perchè porca puttana (sorry) è il presidente del consiglio…..

    Mi piace

  12. valeria permalink
    18 febbraio 2009 7:01 am

    Primo: berlusconi gestisce la comunicazione in Italia.
    Secondo: l’opposizione si e’ autodistrutta.

    Per queste due ragioni Berlusconi avra’ vita lunga. Purtroppo.
    E quando non ci sara’ piu’ lui (cioe’ tra una ventina d’anni), ci sara ‘comunque il berlusconismo.

    Mi piace

  13. 3 marzo 2009 6:40 pm

    Ancora devo capire perche’ hai designato questo spazio “the useless blog”…

    Io conosco 2 persone che hanno votato per Berlusconi: mio padre e mia madre. Mio padre credo perche’ e’ milanista (e la fede calcistica equivale a quella politica, secondo lui…) e perche’ e’ di Milano e perche’ nella sua ignoranza crede nell’equazione successo imprenditoriale (da discutere, ma tant’e’…) = successo politico.
    Mia mamma fa tutto quello che fa mio papa’…
    Mio padre ha 70 anni.
    Allora mi chiedo: non possono averlo votato solo i milanisti, o i milanesi, o i 70enni…

    Forse davvero, il paragone con le scimmie e’ sbagliato : chi ha votato per sb e ancora in via evolutiva, milioni di anni prima dei primati…

    Mi piace

  14. 3 marzo 2009 7:46 pm

    Moky: è useless perchè nonostante tutto quello che ci scrivo sopra non cambierà niente…
    L’unico scopo è che mi ci sfogo… Una sorta di Pepcid informatico.

    Sai, sarei curioso di sapere se tuo padre viste le notizie ultime sia ancora convinto della scelta fatta.
    Lui non so ma la maggior parte degli elettori del nano sì e si comportano esattamente come le scimmiette: non vedono non sentono e non parlano.

    Mi piace

  15. 3 marzo 2009 7:51 pm

    Non sono d’accordo.
    Quello che per te è Pepcid per me è aria fresca. E per la blogsfera è informazione.
    E l’informazione ci cambia.

    Quindi non rompere e scrivi!
    😉

    Mi piace

    • 3 marzo 2009 8:32 pm

      Ma se l’informazione non è di massa e come questo blog raggiunge a malapena un’80ina di persone al giorno, non serve ad una beneamata ceppa 😦

      Mi piace

  16. 3 marzo 2009 9:04 pm

    Come si dice: una ceppa oggi, una ceppa domani….
    Una ceppa non si nega a nessuno!
    Una ceppa al giorno toglie l’ignoranza di torno!

    E poi non sei l’unico! Se ne aprono a bizzeffe… Guarda.. questo è fresco fresco, ad esempio!
    http://informale.ilcannocchiale.it/post/2185766.html

    La rete deve continuare a fare il suo corso!

    Mi piace

    • 3 marzo 2009 9:10 pm

      Tu non sai che significa”ceppa” e per questo sei perdonata! 🙂

      Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: