Skip to content

…tutte le ferie s’è portata via.

6 gennaio 2009

Non amo le feste ed il dovere festeggiare per forza.

Non amo la confusione e le mangiatone pantagrueliche che sembrano obbligatorie nei periodi di festa, specialmente quello di fine d’anno.

Ma per opposti motivi non amo il giorno della befana.

L’ho sempre odiato perché si porta via non le feste (di cui faccio volentieri a meno) ma le mie ferie. Quei rarissimi momenti in cui non sono assillato dal lavoro, dalle scadenze, dalla tremenda routine di “svegliati, trangugia un po’ di colazione, vai a lavoro, torna dal lavoro, cena, vai a letto e ricomincia daccapo”. Il 6 Gennaio è sempre per me un giorno nefasto e tristissimo.

In questi giorni invece, apparte i parenti ed i familiari che reclamavano la mia presenza ed attenzione “visto che finalmente ero a casa”, sono riuscito a vivere la mia vita, seguire i miei interessi ed il mio ritmo, senza nessuna costrizione e senza nessuna tabella di marcia.

Quella vecchia stronza della befana insieme alle feste si è portata via la mia vita…

…chissà quando me la renderà indietro.

Annunci
14 commenti
  1. 6 gennaio 2009 9:11 pm

    Vedi, qui la befana non si celebra, quindi non si puo’ dare la colpa a nessuno… poi le vacanze lunghe le fanno in pochi (tipo J che lavora per il governo, quindi ha il Natale e New Year’s day di ferie automaticamente…).
    La maggior parte di americani era al lavoro il 26 e anche il 2…. allora, vuoi ancora lamentarti??? 🙂

    Mi piace

  2. 7 gennaio 2009 12:40 am

    Facciamo cosi’ allora: l’anno prossimo non passo.

    Mi piace

  3. 7 gennaio 2009 1:52 am

    o bestia quanta tristezza in questi post di fine ed inizio anno!

    Mi piace

  4. 7 gennaio 2009 2:09 pm

    Moky: lo so che sono stato privilegiato ad avere così tante vacanze… Ma lamentarsi ha una sua funzione terapeutica, no? 😉

    Navide: ahahaha! 😀

    Gao: le fini mi fanno sempre quest’effetto!

    Mi piace

  5. salvogullotto permalink
    7 gennaio 2009 4:25 pm

    è proprio vero…
    siamo sempre meno padroni del nostro tempo

    Mi piace

  6. 7 gennaio 2009 9:12 pm

    …se poi pensi che il prossimo periodo di ferie e ponti non arriva fino a Pasqua… ma magari c’hai di mezzo un santo patrono:))

    Mi piace

  7. 7 gennaio 2009 9:15 pm

    Regina dei Tucani: macchè! E poi pasqua altro non è che un weekend lungo! Ormai al massimo se ne riparla per Agosto 😦

    Mi piace

  8. salvogullotto permalink
    8 gennaio 2009 1:32 pm

    concordo… le vere ferie “mentali” saranno ad agosto!

    Mi piace

  9. pipuffa permalink
    12 gennaio 2009 3:09 pm

    hm… mai!

    Mi piace

  10. LaVale permalink
    13 gennaio 2009 12:18 pm

    se non ricordo male c’era pure chi, moltissimi anni fa, barattava una parte di stipendio per potersi lamentare !!!!

    Mi piace

  11. 13 gennaio 2009 8:31 pm

    Vale: bentornata! È vero che è terapeutico ma pagare poi! 😉

    Mi piace

  12. LaVale permalink
    13 gennaio 2009 8:53 pm

    domani mi informo per benino e ti dico quale categoria di lavoratori aveva questo “privilegio” ….

    Mi piace

  13. LaVale permalink
    14 gennaio 2009 10:49 am

    trovato: il diritto al mugugno (i portuali un tempo potevano scelgere se prendere il salario pieno, oppure ridotto ma con “Diritto al mugugno”, ossia diritto di lamentarsi per la qualsiasi cosa)

    Mi piace

  14. 14 gennaio 2009 11:43 am

    Ahahah! Questa non la sapevo! 😉

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: