Skip to content

C’era un volta un aereo…

27 giugno 2008

Già, sono passati 28 anni da quando 81 cittadini sono stati spazzati via dalla faccia della terra da un evento che ancora non siamo riusciti a comprendere.

Volavano tranquilli, da Bologna a Palermo quella sera quando improvvisamente, tra le 20:58 e le 21:04 il loro aereo sparì in mare; solo i corpi di 31 di loro saranno recuperati.

Missile? Bomba? Cedimento strutturale? Collisione in volo?

Non lo sappiamo e forse non lo sapremo mai.

In più di venti anni di indagini sono stati prodotte tonnellate di carta, prove, controprove, perizie. Sono stati spesi miliardi delle nostre vecchie lire (delle nostre tasse, o almeno di quei pochi onesti che ancora le pagano) e tutto per niente; si sono fatte migliaia di ipotesi, alcune puramente strumentali, altre chiaramente fantasiose. Le sentenze si sono dette e contraddette decine di volte.

Ma dico io, ma perchè in Italia siamo destinati a non sapere mai nulla?

Un ricordo affettuoso a chi non conoscevo; non so perchè ma come cittadino Italiano mi sento quasi in colpa per la loro morte:

  • Cinzia Andres
  • Luigi Andres
  • Francesco Baiamonte
  • Paola Bonati
  • Alberto Bonfietti
  • Alberto Bosco
  • Maria Vincenza Calderone
  • Giuseppe Cammarota
  • Arnaldo Campanini
  • Antonio Candia
  • Antonella Cappellini
  • Giovanni Cerami
  • Maria Grazia Croce
  • Francesca D’Alfonso
  • Salvatore D’Alfonso
  • Sebastiano D’Alfonso
  • Michele Davì
  • Giuseppe Calogero De Ciccio
  • Rosa De Dominicis
  • Elvira De Lisi
  • Francesco Di Natale
  • Antonella Diodato
  • Giuseppe Diodato
  • Vincenzo Diodato
  • Giacomo Filippi
  • Enzo Fontana
  • Vito Fontana
  • Carmela Fullone
  • Rosario Fullone
  • Vito Gallo
  • Domenico Gatti
  • Guelfo Gherardi
  • Antonino Greco
  • Berta Gruber
  • Andrea Guarano
  • Vincenzo Guardi
  • Giacomo Guerino
  • Graziella Guerra
  • Rita Guzzo
  • Giuseppe Lachina
  • Gaetano La Rocca
  • Paolo Licata
  • Maria Rosaria Liotta
  • Francesca Lupo
  • Giovanna Lupo
  • Giuseppe Manitta
  • Claudio Marchese
  • Daniela Marfisi
  • Tiziana Marfisi
  • Erica Mazzel
  • Rita Mazzel
  • Maria Assunta Mignani
  • Annino Molteni
  • Paolo Morici
  • Guglielmo Norritto
  • Lorenzo Ongari
  • Paola Papi
  • Alessandra Parisi
  • Carlo Parrinello
  • Francesca Parrinello
  • Anna Paola Pelliccioni
  • Antonella Pinocchio
  • Giovanni Pinocchio
  • Gaetano Prestileo
  • Andrea Reina
  • Giulia Reina
  • Costanzo Ronchini
  • Marianna Siracusa
  • Maria Elena Speciale
  • Giuliana Superchi
  • Antonio Torres
  • Giulia Maria Concetta Tripiciano
  • Pierpaolo Ugolini
  • Daniela Valentini
  • Giuseppe Valenza
  • Massimo Venturi
  • Marco Volanti
  • Maria Volpe
  • Alessandro Zanetti
  • Emanuele Zanetti
  • Nicola Zanetti
Advertisements
12 commenti
  1. 27 giugno 2008 10:02 pm

    Ma te lo ricordi quando e’ accaduto? Eravamo piccoli, ma io mi ricordo ancora quando camminavo davanti al giornalaio e vedevo i titoloni con quel codice DC-9 che io non sapevo veramente cosa voleva dire, ma sapevo che rappresentava un aereo, un aereo caduto, con tanti morti.. e una sensazione di paura dentro. Mi ricordo allo stesso modo i manifesti sui muri con la foto di Moro quando fu rapito e poi ucciso.. i manifesti che vedevo tornando a casa da scuola, dalle elementari. Forse era un’innocenza macchiata da questi eventi, ma sempre meglio da queste cose che hanno contribuito a crearci una coscienza che la dipendenza da velina o videogioco…

    Mi piace

  2. 27 giugno 2008 10:23 pm

    Ricordo perfettamente.
    E ricordo la sensazione di tensione e paura.

    Mi piace

  3. 28 giugno 2008 3:49 am

    Hai fatto una bellissima cosa scrivendo questo post.
    E chissà che, prima o poi, qualcuno si decida a parlare…
    Alice commemoratrice

    Mi piace

  4. 28 giugno 2008 8:51 am

    “bisogna prepararsi a tutte le versioni, anche le piu’ romanzesche, anzi soprattutto a quelle piu’ romanzesche, e io non tengo fantasia” ha detto Montanelli….

    Mi piace

  5. Yasjater permalink
    29 giugno 2008 5:42 pm

    OT:
    scusa adblues non c’ entra nulla con il tuo intervento e forse farei meglio a risparmiarmela, ma volevo solo chiedere a navide cos’ ha contro i videogiochi.. paragonare gente che fa dell’ apparenza un’ aspettitiva di vita (veline) ad un qualcosa che ha il solo scopo di intrattenerci mi pare veramente folle, è un’ altro di quei luoghi comuni che demonizza il videogioco.. non ti preoccupare che la coscienza verrà anche a queste nuove generazioni così dannate che videogiocano.. 😉 =D
    Pardon per l’ intromissione!

    Mi piace

  6. 29 giugno 2008 9:31 pm

    Yasjater: generalizzare è sbagliato ma non si può negare che molti adolescenti trasportino nella vita reale le situazioni “vissute” nei videogiochi o viste in TV…

    Mi piace

  7. 29 giugno 2008 11:08 pm

    Ciao Yasjater.
    Rispondo il piu’ brevemente possibile al tuo commento che e’ direttamente rivolto a me.
    Due cose. Una l’ha gia’ detta Alex – molti giovani si identificano un po’ troppo nelle realta’ virtuali che niente hanno a che fare con la vita reale.
    L’altra cosa da dire e’ che io non sono contraria ai videogiochi a priori. Non penso che siano intrinsecamente malvagi (anche se forse potrei fare un’eccezione per certi videogiochi estremamente violenti che niente di buono insegnano) e non sono contraria all’intrattenimento anche tramite i videogiochi. Quello che trovo deleterio e’ la dipendenza da videogioco (come da qualsiasi altra cosa). Non vedo come dei bambini o adolescenti che passano dalle 4 alle 8-10 ore al giorno davanti ad uno schermo possano trarne beneficio. Ho due bambini e fanno dei giochini al computer. Ti posso dire che se capita che al piccolino, che non ha neanche 4 anni, permetto di giocarci un po’ piu’ a lungo vedo un cambiamento nel suo modo di comportarsi e, credimi, non e’ in positivo. Non sara’ una dimostrazione scientifica su quanto i videogiochi (come anche altre cose) abbiano influenza sui giovani, ma gia’ quello mi mette in allerta…
    Spero di essermi spiegata..
    Ciao
    (Alex – grazie per l’ospitalita’.. 🙂 )

    Mi piace

  8. 30 giugno 2008 10:34 am

    sei un grande. questo post per non dimenticare.
    quest post per dimostrare che nonostante tutto e tutti c’è gente che ha ancora memoria.

    Mi piace

  9. 1 luglio 2008 9:17 am

    Ti segnalo il blog di una mia carissima amica sarda, ha una categoria apposita per i fatti di Ustica. E’ stata diverse volte negli hangar dove ci sono i frammenti dell’DC9 e ha svolto un po’ di ricerchine…

    http://apesara.splinder.com/

    Mi piace

  10. yasjater permalink
    2 luglio 2008 1:30 pm

    Ok, penso di aver chiarito, temevo solo che serpeggiasse il frutto dei semi buttati dai media come la Tv, che invece di farsi un esame di coscienza buttano fango sul videogioco (ed anche sui fumetti ogni tanto)..
    Grazie per le risposte pacifiche, che coi tempi che corrono 😉

    Ps: sembra stupido, ma un refresh rate del monitor troppo basso affatica la vista, e quindi potrebbe anche non essere colpa del videogioco =D

    Mi piace

  11. 2 luglio 2008 1:59 pm

    yasjater: è altrettanto innegabile che certi videogiochi, in soggetti predisposti possano causare seri disordini di tipo neurologico (crisi di panico ed epilessia). Io stesso non posso giocare con gli shoot’em up in prima persona perchè mi viene da vomitare dopo 2 minuti netti 😉

    In ogni caso io ai miei futuri figli non comprerò mai giochi del tipo di GTA (come vieterò per quanto possibile la visione di certi programmi televisivi tipo Lucignolo, le Bratz e Porta a Porta 😉 )

    Mi piace

  12. yasjater permalink
    9 luglio 2008 8:39 pm

    concordo in pieno, alla fine nel mondo è solo questione di equilibrio: non bisogna generalizzare, non TUTTI i videogiochi ma ALCUNI, non tutta la TV ma BUONA PARTE.. =D

    PS: complimenti per il blog!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: