Skip to content

Dancer’s moms

6 giugno 2008

Amo osservare le persone, cercare di scoprire il loro carattere e le loro singolarità semplicemente guardandole. Chi mi conosce poi sa che sono cinico e sarcastico, insomma una vera carogna e quindi più che osservarle le critico, a volte anche pesantemente (forse farei bene a guardarmi un po’ allo specchio, eh?).

Chi è pratico degli USA sa chi sono le cosiddette “soccer moms” ossia le mamme che accompagnano i loro pargoli agli allenamenti di calcio. Non nego la possibilità che questo particolare tipo di donna esista anche qui in Italia ma non ne posso confermare l’esistenza dato che non accompagno nessuno al calcio 🙂

Mi capita spesso però di andare a portare o prendere mia nipote alla scuola di danza e qui ho scoperto una nuova tribù: le “dancer’s moms” ossia le mamme che accompagnano le figlie alla scuola di danza. La scuola in questione ha il vizio tremendo di non rispettare mai gli orari quindi noi poveri forzati siamo costretti ad aspettare le pargole anche ore, in attesa che l’istruttrice si decida a rilasciarle. Quale occasione migliore per osservare questa fauna nel suo ambiente naturale? 🙂

Le “dancer’s moms” si suddividono naturalmente in gruppi omogenei e circoscritti che raramente interagiscono tra di loro:

ci sono quelle modello “desperate housewives” che vestono glamour e firmatissimo; accessori vistosi, eccentrici e naturalmente in rigoroso abbinamento cromatico con il resto della mìse. Abbronzatura perenne, capelli sempre prefetti e scarpe dai tacchi vertiginosi. I loro discorsi vertono immancabilmente sul pettegolezzo del giorno o su quanto tempo hanno “perso” dalla parrucchiera o dall’estetista. Non disdegnano però anche l’apprezzamento per i muscoli scultorei del loro personal trainer o di qualche altro frequentatore della palestra (che ovviamente è la più “in” della città). Un discorso a parte meritano le loro figlie che sono delle copie perfette (ma in piccolo) delle madri: stessa acconciatura, stessi abiti firmatissimi, stessa incredibile, odiosissima puzza sotto al naso! Inutile dire che anche dopo la fine delle lezioni, con le piccole che vogliono andare a casa perchè sono stanche, le “desperate housewives” continauano a ciaccolare per lungo tempo degli affari loro, insensibili ai lamenti della prole…

Poi ci sono le vere “casalinghe disperate”, le vedi struccate con i capelli sfatti, certe volte anche con a riga della ricrescita ben visibile, sintomo di visite non troppo frequenti dal parrucchiere.  Vestite con abiti sformati e veramente casual (nel senso che sono stati indossati a caso, senza tenere conto nè del colore e nè della pulizia). Magre come acciughe o grasse esagerate, in ogni caso tristi. le rispettive figlie sono come le madri, o acciughe tristi o piccoli fustini di grasso. Mi domando come facciano a danzare.

Le “donne in carriera” sono sempre in tailleur scuro, borsa portacomputer o porta documenti; una specie di uniforme. Perennemente di fretta ed altrettanto perennemente con l’orecchio attaccato al cellulare; sempre incazzate. Tra di loro hanno sempre da ridire su tutto: l’organizzazione della scuola (e forse qui hanno pure ragione), il traffico, il lavoro, i vigili, etc. Le rispettive bimbe ovviamente sono stressate come le madri e quanto le madri che generalmente, appena la lezione è terminata, le strappano via dai locali della scuola e le sbattono in macchina con modi bruschi partendo con grandi sgommate.

Infine ci sono anche le mamme normali, pochi sparuti padri, qualche nonno\a (ed uno zio!) ma credetemi sono una minoranza 😉

Annunci
8 commenti
  1. 6 giugno 2008 11:45 am

    Miiiii non ne salvi una! Sei un cecchino!!!

    Mi piace

  2. 6 giugno 2008 5:24 pm

    giusto per sapere, come sono le mamme normali?

    Mi piace

  3. Donna allo specchio permalink
    6 giugno 2008 6:10 pm

    Hai fatto il ritratto di mia cognata nelle casalinghe disperate (modello a cui non vorrei inspirarmi, anche se so che è una buona madre, ma ,a mio avviso si lascia troppo sopraffarre dai suoi piccolini che sono diventati bambini re)

    Mi piace

  4. 6 giugno 2008 6:31 pm

    Peperita: le donne normali sono per l’appunto “normali”. Vestono senza l’ossessione del capo firmato o perfettamente in tinta, non portano uniformi e non si nascondono se non sono perfettamente abbronzate. Non si fanno ossessionare dal lavoro ed anche nell’espressione appaiono serene e rilassate. Soprattutto non appaiono ossessive nei confronti dei figli.

    Mi piace

  5. 6 giugno 2008 7:03 pm

    Ecco, le soccer moms di solito sono fatte con lo stampino. Non ce n’e’ una che sia in tiro, la moda negli USA proprio non va giu’. Ma non ho mai visto le mamme delle bambine che vanno a danza. Di solito con le bimbe c’e’ un po’ piu’ di attenzione ai dettagli. Io saro’ una soccer mom:DD

    Mi piace

  6. 7 giugno 2008 8:58 am

    mamma che diavolo di madre sarò? sarò una mom “così come sono” e penseranno che mia figlia sia un’aliena … spettacolo.
    sarò una mamma con le antenne in testa. (non parlo di corna… ) 😉

    Mi piace

  7. 24 aprile 2009 2:23 pm

    allora non è una moda tutta pugliese!!!!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: