Skip to content

Senti, senti, vedi, vedi

13 maggio 2008

Non solo sono di umore pessimo, con il morale sotto ai piedi ed un’incazzatura da far spavento a chi mi sta intorno, mi è pure toccato di andare a pranzo da solo… Una cosa che odio con tutte le mie forze.

Seduto al tavolo da solo ho avuto modo di fare una scoperta interessante: Pittiman non è così gay come sembra.

Captando (per caso, eh! Mica mi metto ad origliare!) alcuni spezzoni delle sue conversazioni odierne con i suoi colleghi, ho realizzato che esprimeva una ammirazione molto mascolina per la mìse sfoggiata oggi dalla Pornodiva che in effetti oggi aveva sicuramente bevuto almeno un secchio della sua pozione magica ed era in grandissimo spolvero: bustier in pelle giallo limone (con notevole esibizione di latteria) piercing all’ombelico che non avevo mai notato prima, una delle sue ormai celebri microgonne rasopassera in jeans e dulcis in fundo, scarpe tacco 15 (di quei tacchi in voga adesso simili a zeppe), aperte sul davanti, dello stesso identico colore del bustier (manco le avesse scelte con lo spettrofotometro!).

Quando si dice che non si finisce mai d’imparare, eh?

 

PS = Non vorrei sembrare omofobo; preciso che a me se Pittiman è gay o no non me ne può fregare di meno. L’opinione che ho di lui non è generata dai suoi probabili orientamenti sessuali.

Annunci
5 commenti
  1. Valeria permalink
    13 maggio 2008 5:55 pm

    quando incontro questo genere di donne da un lato mi fanno arrabbiare, dall’altro le invidio perche’ anche nude in quel modo si sentono a loro agio. Una mia collega, che la natura non ha dotato di una bellezza abbagliante, veste sempre molto provocante e ormai e’ convinta di essere supersexy. Io vesto sempre acqua e sapone e di me vedo sempre i difeti e mai i pregi. Dipende dalla capacita’ di raccontarsi bugie? Dipende dalla voglia di essere in vetrina? Non saprei pero’ guardando lei e poi me mi accorgo che il mondo e’ veramente molto vario!

    Mi piace

  2. 13 maggio 2008 9:11 pm

    Che bella fauna che hai intorno:))
    Grazie per le delucidazioni sulla caffeinita’ del caffe’;)

    Mi piace

  3. 13 maggio 2008 10:14 pm

    Valeria: L’importante è stare bene con sé stessi, no? Comunque la Pornodiva non è brutta anche quando non beve la pozione… 😉

    Regina dei Tucani: Di niente!

    Mi piace

  4. 14 maggio 2008 2:56 pm

    alex dinuovo le storielline di cui ti chiedevo….
    spaccati di vita.
    Vale quando andai dal testologo (psicologo) una delle prime cose che mi fece fare era di scrivere su un foglio i prigi e i difetti… quella dei difetti era piena, pregi mi venne solo “free”…

    Mi piace

  5. 14 maggio 2008 3:14 pm

    Ma come mai la maggioranza delle donne sono sempre ipercritiche con loro stesse? E’ una forma di modestia o cosa? Riscontro la stessa “malattia” nella mia dolcemetà, non è mai contenta del lavoro che ha svolto, del suo aspetto fisico, etc. Il tutto anche se molteplici soggetti esterni le confermino il contrario.

    Ali: azzardo un’analisi sulla risposta che hai dato al testologo: sei veramente sicura di essere “free”? Non è che invece sei “prigioniera” di quelli che credi siano i tuoi lati negativi?

    I’m going to post something about that.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: