Skip to content

Gioventù Clonata

9 maggio 2008

Li vedi all’uscita delle scuole, in centro il sabato pomeriggio, al centro commerciale.

Sono gli adolescenti dei nostri giorni, quelli che (orrore!) avranno in mano il mondo di domani.

Sembrano tutti dei cloni. Sono tutti vestiti uguali, ascoltano tutti la stessa musica ed immagino leggano (solo quelli più acculturati però) solo i libri di Moccia. Hanno tutti le stesse scarpe, gli stessi jeans, gli stessi zaini e portano i capelli tutti nello stesso modo, spazzola gellata per i cloni-maschi e capello lungo liscio con ciuffo per i cloni-femmina. I’iPod è un accessorio unisex. Come l’occhiale da sole da scegliere sulla moda del momento (qualche anno fa erano quelli “a mosca”, adesso tornano di moda quelli “a goccia”).

La cosa più preoccupante è che questi cloni sono difettosi: sono venuti fuori senza un briciolo di personalità. Le loro emozioni sono collettive, le loro opinioni sono quello che pensa MTV. Se vogliono fare una battuta citano a pappagallo i comici di Zelig o gli speaker di radio DeeJay. Se vogliono fare i romantici inevitabilmente scimmiottano Moccia sia con le parole che con i gesti. Sulle panchine scrivono “io e te tre metri sopra il cielo” oppure “TVTBMMUK” (che cazzo vorrà mai dire poi!!!) e sui ponti attaccano quegli idiotissimi lucchetti.

Sono vuoti.

Il giorno che uno di loro tenterà di sviluppare un suo pensiero proprio l’unico neurone di cui sono dotati perirà nello sforzo immane di partorire un’idea, anche stupida, ma originale.

Unica consolazione: domenica mattina son passato davanti ad una fermata del bus con la mia bici, ovviamente ero vestito “da ciclista” con i pantaloncini ed una maglietta abbastanza “aderenti”. Due cloni di sesso femminile, età apparente di 17-18 anni, jeans stretti stretti, ballerine, t-shirt e ciuffo di ordinanza mi hanno urlato dietro: “hai un gran bel culo!“. Siccome mi sento giù di brutto l’ho voluto interpretare come un complimento… Speriamo…

Non assomiglierò mica ad uno dei personaggi dei libri di Moccia!!!! Ditemi che non è vero!!!

Annunci
8 commenti
  1. 9 maggio 2008 12:47 pm

    un complimento è sempre un bel regalo…
    alex non sarai mica uno di quei ciclisti che vorrei arrotare? …
    quelli però vanno in gruppo sulle stradine dove non si può superare e se ti azzardi a suonare il clacson ti mandano pure a fancuore-

    Mi piace

  2. dancin' fool permalink
    9 maggio 2008 1:00 pm

    visto il successone con le 15enni potresti fare come l’ ultimo romanzo di moccia…(e il film…ah! ah!).

    vabè. è sempre la stessa cosa. anche ai “nostri tempi” c’era omologazione, chi più chi meno (anche se c’erano forse meno soldi a disposizione per avere tutti gli aggeggi alla moda e vestiti di ora)

    e non parlo del paleolitico…anche solo di una quindicina di anni fa

    Mi piace

  3. dancin' fool permalink
    9 maggio 2008 1:06 pm

    ps. e poi…che “grandiose” cose sta facendo la “nostra” generazione? (non abbiamo proprio la stessa età ma…)

    Mi piace

  4. 9 maggio 2008 1:42 pm

    Ali: Ebbene sì, sono un ciclista! ma sono bravo e disciplinato. In compenso trovo sempre tanti “scatolati” che cercano di buttarmi sotto anche se pedalo praticamente sul ciglio della strada! Comunque come ti dicevo sono un bimbo educato e non mi potrei mai permettere di mandare a fancu..ore nessun automobilista. Mi limito a berciargli dietro la razza animale a cui, molto probabilmente, appartiene sua madre… 😉

    Dancin’: E’ vero anche ai nostri tempi c’era un po’ di omologazione (mi ricordo i paninari con il moncler e le timberland ed ancora anni prima quelli con l’eskimo) ma la cosa era abbastanza limitata a gruppetti, questi adolescenti son proprio dei veri e propri cloni di massa…

    Di cosa parla l’ultimo romanzo di moccia?, davvero, non lo so…

    Mi piace

  5. dancin' fool permalink
    9 maggio 2008 1:53 pm

    della storia d’ ammore tra un quarantenne (?) e una diciassettenne (più o meno – non l’ho letto, ne…)

    Mi piace

  6. 9 maggio 2008 2:49 pm

    dancin’fool mi hanno obbligato ad andare vedere il film: gna’ facevo più!!!

    Mi piace

  7. 9 maggio 2008 4:14 pm

    Coooome?
    Ma dico io ed il vaticano, il moige non dicono nulla? 😉
    Adesso mi sono informato ed devo dire che mi sembra una storia cretina che più cretina non si può…
    Che letteratura spazzatura.
    —Alex

    Mi piace

  8. 9 maggio 2008 4:40 pm

    Mi viene in mente questa canzone:

    Per quanto riguarda la storia fra il quarantenne e la diciassettenne, lasciamo perdere, va’, che ora c’e’ anche questa squallidissima e shifosissima storia del cardiochirurgo infantile.
    Bleah.

    Nav

    (chi e’ Muccio?)

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: