Vai al contenuto

Il leitmotiv della fine dell’anno

17 dicembre 2013

Non so se sia colpa dell’imminente fine dell’anno, che invoglia a fare bilanci, o più semplicemente dei peperoni che ieri sera ho messo sulla pizza ma stamani mi sono svegliato con un ingombrante interrogativo in testa.

Mi sono ritrovato a fare una sorta d’inventario mentale delle persone conosciute in questi ultimi anni e mi sono detto che sono fortunato; nonostante non sia un assiduo presenzialista in posti ed eventi mondani (noti catalizzatori di nuove conoscenze) ho avuto lo stesso l’occasione d’incontrare lo stesso un sacco di persone interessanti.

Tra le donne che ho conosciuto, oltre alle numerose fighedilegno, di cui ho parlato molte volte, ne ho anche incontrate alcune (rarissime, in verità) che mi sono sembrate più che interessanti e che sarebbe ingeneroso inserire nella categoria di cui sopra; donne con le quali avrei fortemente desiderato instaurare un rapporto più approfondito.

Tristemente (per me, ovvio) con queste donne però non sono mai riuscito ad andare oltre una “semplice” amicizia che per carità, è un bellissimo sentimento ma non è esattamente il risultato che desideravo ottenere.

Anche diminuendo le mie aspettative verso qualcosa di più prosaico non ho avuto alcuna fortuna; la figura mitologica della trombamica è appunto qualcosa di mitologico, reale quanto gli unicorni rosa e di cui nessuno ha mai provato l’esistenza, figuratevi quindi se… Ci siamo compresi, eh?

Avvertenza per i miei lettori maschi desiderosi di affermare il contrario: prima di lanciarsi in affermazioni spericolate e potenzialmente lesive della vostra reputazione di persone sane di mente, sappiate che il testosterone, prodotto in abbondanza dalle vostre gonadi, ha pure effetti allucinatori; rassegnatevi alla realtà o, in alternativa cercate di convincere il CICAP della reale esistenza delle trombamiche; se la vostra affermazione riuscirà a convincere loro vorrà dire che mi rimangerò tutto quanto ho affermato fino ad ora.

Terminata la doverosa avvertenza e ritornando al tema centrale del post, posso certo considerare che la ragione dei miei fallimenti potrebbe risiedere nel fatto che queste donne non fossero disponibili ad andare oltre (e non vorrei soffermarmi sui motivi, potrebbe risultare imbarazzante) ma, più probabilmente, potrebbe essere stata colpa mia che, come al solito, non riesco ad esprimere in modo chiaro le mie intenzioni oppure che non riesco a cogliere i segnali che mi vengono lanciati.

Insomma, alla fine mi ritrovo ad essere amico di un sacco di donne invece che qualcosa “di più”.

Sarebbe troppo sperare di apprendere, direttamente dalle donne, quali sono i comportamenti che un uomo dovrebbe evitare per scongiurare di finire “solo” come loro amico?

Credo purtroppo che questo sarà l’interrogativo che peserà come un macigno sul mio periodo festivo. (sic.)

About these ads
23 commenti
  1. valeriascrive permalink
    17 dicembre 2013 6:50 pm

    penso che a me un uomo piace se sa interessarmi, incuriosirmi, intrigarmi con un bel cervello. E’ una risposta difficile da dare, non so nemmeno se esista una risposta, mi innervosiscono gli uomini che vogliono farsi piacere per forza, anche questo.

    • 17 dicembre 2013 7:01 pm

      Credo che chi voglia piacere per forza si renda alla fine ridicolo.

  2. valeriascrive permalink
    17 dicembre 2013 6:51 pm

    scusa, volevo dire gli uomini che vogliono PIACERE per forza.
    (farsi piacere che e’? :) )

  3. 17 dicembre 2013 7:40 pm

    ho un paio di amiche che apprezzano molto le trombamicizie: devo dir loro di farsi controllare il livello di testosterone? o.O
    cmq anche per me sono solo mitologia, e non tanto perchè le trovo figure irreali e/o irraggiungibili, quanto per totale disinteresse nei confronti della cosa.
    e concordo con valeriascrive: non esiste nulla di più fastidioso di un uomo che vorrebbe piacere ad ogni costo!!!

  4. donna allo specchio permalink
    18 dicembre 2013 10:51 am

    Per me sono peggio le donne che usano la seduzione in ogni contesto anche quando è superfluo, quelle specie di gattemorte che fanno di tutto per essere al centro dell’attenzione in tutti i momenti.
    io ho un amica cosi, porella, la sopporto perchè la conosco da tanti anni e ha altre qualità, ma in certi momenti la strangolerei. Sarà che mi ritengo l’opposto, talmente diretta da rasentare il rustico.

  5. 19 dicembre 2013 1:21 pm

    il passaggio sul cicap è da applausi!
    Se fossi una donna, mi proporrei come tua trombamica :D

  6. 21 dicembre 2013 10:20 am

    Da cosa nasce cosa, dai… ;-)

    • 21 dicembre 2013 10:31 am

      Difficile che dal niente nasca qualcosa! ;)

  7. 23 dicembre 2013 8:25 pm

    il trombamico esiste, le trombamiche pure ma io credo che sia giusto esigere qualcosina di diverso.
    Possibile che io sia circondata da amiche che vogliono accasarsi e tu mi scrivi sto post?????

    • 23 dicembre 2013 8:57 pm

      Io sono sempre convinto della loro mitologicità ma se mi assicuri il contrario ;)
      Per il resto, sai come fare! :)

  8. 24 dicembre 2013 9:04 am

    Auguroni di liete festività! :-)

  9. 26 dicembre 2013 1:16 am

    Credo che essere il sosia di Brad Pitt sia già un buon inizio per non essere considerato “solo un amico“.

    • 26 dicembre 2013 12:02 pm

      Ed evidentemente questo non è il mio caso! ;)

      Benvenuta.

    • 5 febbraio 2014 2:33 pm

      Credimi, Sara, pur se per una qualche convenzione sociale nessuno lo ammetterà mai, conta molto più essere mediamente sfacciati/stronzi/finti disinteressati, che non essere il sosia di un Brad Pitt, dimostrare di avere anche un cervello o saper essere ironici, o fare attenzione ai famosi “segnali”. In quanto donna, immagino tu lo sappia già.
      Negli ultimi casi elencati, come sappiamo (ahimè) in tanti, finire nella famosa “friend zone” è cosa probabile.
      In definitiva, no, Brad Pitt proprio non aiuta. ;)

  10. 31 dicembre 2013 9:42 pm

    Alex, perche’ ci complichiamo sempre la vita? Ti interessa una donna? Diglielo, il che non vuole dire fare quello che vuole farsi piacere per forza (come dice Valeria). Quante occasioni perdiamo tutti aspettando “il segnale” , la parola giusta: se l’altra persona non e’ interessata, sei allo stesso punto di prima, non e’ cambiato niente, o poco (puoi sempre tenerti l’amicizia), ma se invece esiste un certo interesse, ecco che la tua vita potrebbe cambiare!

    Siccome non sei alla ricerca di ventenni (almeno penso!), ti assicuro che noialtre pulzelle più stagionate abbiamo tutte avuto la nostra serie di bastonate dai corrispondenti maschili delle fighedilegno, quindi apprezziamo enormemente un uomo che dichiari con onesta’ il suo interesse… Ameno così e’ per me.

    Cumunque auguroni per un 2014 come lo vuoi tu… e che magari con un pizzico di magia incontri anche tu una trombamica che galoppa ignuda su un unicorno!

    • 1 gennaio 2014 1:52 am

      Eheheh Moky, no nessuna complicazione ;) e credimi, trovare la trombamica è proprio il penultimo dei miei desideri ;)

      Mi preoccupa più la figalegnitudine che pare sia una malattia in costante aumento; tu chiedi loro di uscire e ti trovano mille scuse (hai presente Belushi nei blues Brothers…) ;)
      Preferirei davvero un NO bello chiaro e circostanziato invece nessuno ha più il coraggio delle proprie azioni (e forse io sono il primo).

      Un abbraccione, buon anno!

  11. arisio permalink
    9 gennaio 2014 10:15 am

    Giunto su questi lidi via stefafra di cui condivido la nazionalita’ modenese leggo con piacere della figalegnitudine ovunque presente sul globo terracqueo. Anche i trombamici/che sono, in teoria, presenze costanti per quanto impalpabili ai quattro angoli del pianeta: in Giappone li etichettano come “holiday friend”. Incontrate………

    • 9 gennaio 2014 10:32 am

      “con piacere”?
      Mah, ne direi tutto fuorché sia un fenomeno piacevole…
      Comunque è un piacere riceverti su questi lidi ;)

      • arisio permalink
        9 gennaio 2014 2:03 pm

        Con piacere intendersi lo scoprire che non si e’ soli nell’universo a condividere tali esperienze…..non che il mal comune mezzo gaudio sia accettabile, anzi. Ripassero’.

      • 9 gennaio 2014 2:12 pm

        Capito!
        Torna quando vuoi

I commenti sono chiusi.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 72 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: